FANDOM


Le Attack Balls (丸型宇宙船 - Marugata Uchūsen), tradotte in Sfere d'Attacco e conosciute più semplicemente come navicelle Saiyan sono veicoli spaziali dall'aspetto simili a batisfere usate dai Saiyan e dai vari tirapiedi di Freezer (come ad esempio Kyui o la Squadra Ginew) per i loro spostamenti interplanetari. Quando i Saiyan erano schiavizzati da Freezer, questi veicoli venivano usati per mandare i neonati di infimo livello su pianeti le cui popolazioni erano deboli, così che una volta divenuti adulti i Saiyan spediti lì avrebbero sterminato gli abitanti e conquistato i pianeti.

Panoramica

758796-naves inicio 1 .jpg

Due Attack Ball in viaggio nello spazio

Le navicelle dei Saiyan sono dotate di un'incredibile tecnologia. Queste astronavi nascono esclusivamente per il mero trasporto delle persone fine a se stesso (sono in grado di trasportare persone anche quando queste sono ferite, prive di sensi o stanno semplicemente dormendo), e proprio per questo i veicoli non sono dotati di grandi confort, ma al tempo stesso consentono di non affaticarsi durante i viaggi. Anche se misurano soltanto un metro e mezzo di diametro, le navicelle ospitano un avanzato sistema di sopravvivenza e ridotti consumi di carburante, consentendo un'incredibile autonomia e allo stesso tempo viaggiando alla velocità della luce. I parametri vitali di coloro che viaggiano all'interno delle Attack Balls sono mantenuti in una condizione di semi incoscienza, che consente di economizzare sulle risorse vitali.

Cratereattackball.jpg

Il cratere che lasciano le Attack Ball quando atterrano

Queste astronavi hanno una corazza esterna molto robusta e resistente che consente loro di non venire schiacciate durante gli impatti. Le Attack Balls hanno inoltre una riserva di carburante che consente loro di viaggiare per tre anni senza doversi fermare, ma il sistema di sopravvivenza ha bisogno di essere sostituito ogni sei mesi. Per rigenerare il sistema di sopravvivenza, è sufficiente che la navicella entri nell'atmosfera di un pianeta che sarebbe anche solo parzialmente abitato dall'occupante per dieci minuti. La sfera può viaggiare a una velocità massima di tre anni luce all'ora. Questo ha spesso conseguenze durante la fase di atterraggio poiché l'estrema velocità causa una forte esplosione dovuta all'impatto, spazzando via tutto entro un certo raggio e lasciando solamente un cratere vuoto. Apposite imbottiture per l'atterraggio possono ridurre notevolmente i danni, se non addirittura far si che non ve ne siano proprio. Le navicelle stesse sono pesantemente corazzate dall'esterno per evitare eventuali danni durante l'atterraggio, così come anche per evitare danneggiamenti causati dagli attacchi (vedi quando Nappa sulla Terra appena sceso dall'Attack Ball usa la sua tecnica Kun); ma all'interno invece le navicelle sono molto fragili, dato che un semplice colpo energetico sparato da dentro può distruggere un'Attack Ball. Inoltre apparentemente non hanno bisogno di alcuna forza esterna per il decollo, essendo autosufficienti abbastanza per lanciarsi da sole nello spazio.

Internoattackball.jpg

L'interno di un'Attack Ball

Le sfere hanno un telecomando, come illustrato da Vegeta, che consente al proprietario di richiamare la navicella nel punto in cui egli si trova, oppure di innescarne l'auto distruzione, oltre ad altre potenziali funzioni. Il telecomando ha l'aspetto di una calcolatrice, e può controllare più di una sfera contemporaneamente, dato che quella di Vegeta innescò l'esplosione di quella di Nappa. Secondo quanto detto nell'anime, se le navicelle si trovano su un pianeta dove non vi è una luna, esse sono in grado di compensare a questa mancanza creando la proiezione olografica di una luna abbastanza realistica da consentire alle onde Bluz di generarsi, così da permettere al Saiyan di trasformarsi in Oozaru dopo essere stato attivato dal computer di bordo. Questo lo possiamo chiaramente vedere con Gohan durante il suo allenamento con Piccolo in vista dell'arrivo dei Saiyan. Nell'anime inoltre Vegeta usa il suo scouter per richiamare a se entrambe le navicelle sua e di Nappa su Arlia, e queste sembrano continuare a fornire loro l'ossigeno anche con il portello aperto nello spazio esterno,  in quanto entrambi i Saiyan continuano a respirare normalmente, nonostante la distruzione del pianeta Arlia.

Nappavegetattackball.jpg

Nappa e Vegeta a bordo delle loro Attack Balls nello spazio aperto

Vi era anche una variante più grande delle Attack Balls nell'OAV Dragon Ball Z: Il Super Saiyan della Leggenda, e che è in grado di trasportare un intero esercito di pianeta in pianeta. Venne distrutta da Broly quando questi diede sfogo alla sua potenza. Non è mai stato spiegato se questa variante di Attack Ball era un veicolo standard per i Saiyan/Impero di Freezer o se questa è stata una creazione fatta unicamente da Paragas per dare l'illusione della rinascita dei Saiyan di modo da attirare Vegeta in una trappola. Il Dr. Brief è riuscito a prendere i resti dell'Attack Ball di Goku e ricostruirla da zero, consentendo la stessa velocità di viaggio, ma dotandola di servizi e confort aggiuntivi.

In Dragon Ball Minus, ci sono Attack Ball più grandi del solito e con lo spazio per due persone all'interno di esse. Solo Bardack e uno dei suoi compagni sono stati visti usarle.

Gli utilizzatori

Bardack e il suo team

Goku-Bardock-attackballs.png

Le Attack Ball di Bardack e Goku che si incontrano nello spazio

Nell'oav Dragon Ball Z: Le Origini del Mito, Toma, Seripa, Toteppo e Panbuukin usano le Attack Ball per dirigersi sul Pianeta Meat per annientarne gli abitanti. Dopo aver portato a termine la missione, il team di Saiyan di basso livello finisce vittima di un'imboscata tesa loro da Dodoria e la sua elite. Successivamente Bardack usa la sua navicella per arrivare su Meat, dove troverà i suoi compagni trucidati. Dopo aver sconfitto l'elite di Dodoria ed essersi scontrato con quest'ultimo sopravvivendo, Bardack insanguinato e gravemente ferito fa ritorno sul Pianeta Vegeta a bordo della sua navicella. Lungo il tragitto l'Attack Ball di Bardack si incontra con quella che trasportava il suo secondogenito Kakaroth (Goku) che viaggia nella direzione opposta. Una volta giunto sul pianeta Vegeta, Bardack esausto lascia la sua navicella insanguinata. Verrà poi distrutta quando Freezer lancia la sua Supernova sul pianeta dei Saiyan.

La navicella di Goku

L'Attack Ball che ha inviato Goku sul nostro pianeta atterra da qualche parte in una foresta, ed è lì che il nonno Gohan trova il giovane Saiyan e nipote, che in seguito adotterà come suo nipote. Ma vi sono due differenti versioni di questo avvenimento:

  • Nei flashback in Dragon Ball Z Son Gohan trova Goku nella navicella spaziale.
  • Mentre nello special di Bardack Son Gohan ritrova Goku in prossimità della navicella.
Gokunonnogohan.png

Son Gohan ritrova Goku quando è ancora piccolo nella sua Attack Ball

Parecchi anni più tardi, la vecchia navicella di Goku viene ritrovata dal padre di Bulma e ricostruita da zero (anche se se in un episodio filler nell'anime, la navicella attiva la proiezione di una luna piena, facendo si che Gohan si trasformi in Oozaru, costringendo Piccolo a distruggerla con il suo Makankosappo). L'Attack Ball ricostruita è dotata di camera da letto, bagno, palestra, ed è in grado di portare Goku su Namek in una settimana. Dopo essersi dtrasformato in Super Saiyan Goku dice a Gohan di portare Bulma e Piccolo sulla sua astronave, però poi tutte le persone che si trovavano su Namek (esclusi Goku e Freezer) vengono teletrasportati sulla Terra. La navicella verrà probabilmente distrutta dall'esplosione del pianeta Namek. Ciò nonostante la creazione di altre Attack Balls da parte della Capsule Corporation non si ferma, almeno per quanto di vede nell' anime. Infatti Vegeta quando si trova alla Capsule Corporation ruba una di queste navicelle spaziali per andare a cercare Goku nello spazio (e verrà in seguito distrutta da Vegeta stesso durante il periodo dei tre anni di allenamento quando un'esercitazione troppo intensiva causa un'esplosione). Un'altra ancora verrà costruita per gli allenamenti di Vegeta in sostituzione di quella che egli aveva precedentemente distrutto. Quella costruita per Vegeta, su esplicita richiesta del Saiyan stesso è dotata di una gravità di trecento volte superiore a quella terrestre (450 nell'anime), perché egli stesso desidera eseguire un allenamento tre volte più intenso di quello di Goku.

La navicella di Raditz

RaditzByCapsule.jpg

L'Attack Ball di Raditz

La prima navicella che si vede in Dragon Ball Z è quella di Raditz. Dopo aver ritrovato il fratello minore e avendo visto che questi non gli è di alcuna utilità per i suoi scopi, Raditz rapisce suo nipote Gohan e lo rinchiude dentro alla sua Attack Ball. Successivamente, un Gohan infuriato salta fuori dalla navicella spaziale mandandola in pezzi e distruggendola completamente. Dopo la sconfitta di Vegeta, a Goku torna in mente dell'Attack Ball di Raditz, e suggerisce di usare quella per raggiungere Namek, ma poi si ricorda che Gohan l'aveva distrutta e che quindi è inutilizzabile.

Le navicelle spaziali di Nappa e Vegeta

Nvab.png

Vegeta e Nappa a bordo delle loro Attack Ball

Dopo la morte di Raditz e la scoperta delle Sfere del Drago, Nappa e Vegeta usano le loro Attack Balls per dirigersi sulla Terra. Lungo la strada i due Saiyan si fermano sul Pianeta Arlia e lo distruggono (ma questo accade solo nell'anime, mentre nel manga vanno diretti senza effettuare nessuna sosta). Un anno dopo Nappa e Vegeta giungono a destinazione atterrando a East City. Successivamente, dopo la morte di Nappa e la sconfitta di Vegeta, quest'ultimo usa un telecomando in suo possesso per richiamare a se esattamente nel luogo in cui si trova la sua Attack Ball, con la quale fa ritorno sul Pianeta Freezer 79. Il telecomando di Vegeta viene poi ritrovato da Crilin, che lo da a sua volta a Bulma, la quale lo usa con la navicella di Nappa, ma accidentalmente la fa esplodere premendo il tasto dell'auto distruzione mentre veniva ripresa in televisione. Successivamente, un Vegeta rinvigorito usa la sua Attack Ball per andare dal Pianeta Freezer 79 al Pianeta Namek. Dopo l'atterraggio su Namek la navicella non viene più vista e si suppone che venga distrutta durante l'esplosione del pianeta.

La navicella spaziale di Kyui

Kyui, uno dei collaboratori di Freezer, usa un'Attack Ball per l'attacco del Pianeta di Bun, come anche per dirigersi su Namek. Successivamente la navicella di Kyui non viene più vista e si suppone venga distrutta con l'esplosione del pianeta Namek. Kyui non è l'unico fra i soldati di Freezer a usare un'Attack Ball per dirigersi sui pianeti che distrugge per Freezer, dato che i soldati che vanno sul pianeta di Bun usano anch'essi le Attack Balls.

Le navicelle della Squadra Ginew

Gab.png

Le Attack Ball della Squadra Ginew

Le Attack Balls usate dal Capitano Ginew, Recoome, Butter, Jeeth e Guldo sono le stesse che usano i Saiyan, con l'unica differenza che le loro hanno impresso davanti sul portellone il logo della Squadra Ginew. Le navicelle della Squadra Ginew atterrano vicino all'astronave di Freezer. Dopo aver sconfitto Freezer, Son Goku usa una di queste navicelle per scappare da Namek poco prima che esploda. Mentre Goku si riprende dal lungo ed estenuante combattimento contro Freezer, l'Attack Ball su cui sta viaggiando il Saiyan atterra sul Pianeta Yardrat (E sotto inteso che la squadra Ginew, come anche Freezer se fossero sopravvissuti dopo aver combattuto su Namek, avrebbero conquistato Yardrat per l'impero di Freezer). Dopo che la sua navicella fu riparata, Goku (vestito con abiti Yardratiani) la ri utilizza per fare ritorno sulla Terra. Le altre navicelle della Squadra Ginew si suppone siano andate distrutte con l'esplosione di Namek. Vegeta può aver usato questa particolare Attack Ball per arrivare su Neo Namek e poi tornare sulla Terra nell'oav Dragon Ball Z: L'Invasione di Neo Namek, essendo questa l'unica navicella di cui viene reso noto nella cronologia del movie.

La navicella di Paragas

Broly distrugge la navicella del padre.jpg

L'Attack Ball di Paragas mentre viene distrutta da Broly

Dato che la Cometa Gumori era prossima alla collisione col pianeta Neo Vegeta e che con questo lo avrebbe distrutto, e con il figlio Broly totalmente fuori controllo, Paragas prepara un'Attack Ball nel tentativo di fuggire da solo dall'ormai condannato pianeta immerso nel caos. Tuttavia, come Paragas sala a bordo dell'astronave, giunge suo figlio Broly, il quale dopo aver smascherato la bugia del padre di cercare di salvare entrambi con una navicella monoposto, solleva da terra brutalmente l'Attack Ball con le mani nude, e nonostante il suo guscio corazzato la schiaccia uccidendo Paragas che era all'interno. Broly poi lancia l'Attack Ball accartocciata verso la cometa, distruggendola completamente.

La navicella di Broly

Broly navicella.JPG

L'Attack Ball di Broly subito dopo il suo impatto sulla Terra.

Dopo essergli stata inferta un ferita letale da Goku, Broly riesce a salire a bordo un' Attack Ball per sfuggire alla distruzione di Neo Vegeta. Dopo aver compiuto il suo viaggio verso la Terra, la navicella su cui Broly viaggia, al momento dello sbarco, che avviene in montagna vicino al Villaggio di Natade, Broly rompe di netto il portello e cade accasciandosi in coma per la stanchezza, mentre l' acqua sta riempiendo il cratere creato dall'impatto dell'astronave, per poi congelarsi sopra a tutto. Sette anni più tardi, dopo essersi risvegliato e liberatosi dalla sua tomba di ghiaccio, Broly ancora una volta incontrato la sua sconfitta, dopo di che Majola si introduce nel cratere e recupera un campione di sangue congelato dall'Attack Ball danneggiata e lo vende a Lord Jaguar.

Le navicelle di Tarble e Gure

Tgab.JPG

Le Attack Ball di Tarble e Gure mentre passano per la Città dell'Ovest

Tarble e Gure viaggiato verso la Terra a bordo delle loro Attack Ball per chiedere aiuto a Vegeta per sconfiggere Abo e Kado. Quando arrivarono sulla Terra, Tarble e Gure mentre sono a bordo delle loro navicelle spaziali, distrutto accidentalmente alcuni edifici e strade della Città dell'Ovest. In Dragon Ball Z: Raging Blast 2, l'Attacco finale di Tarble viene eseguito con la sua navicella, probabilmente ispirato dall'attacco della città dell'Ovest.

Le navicelle di Abo e Kado

Ak.jpg

Abo e Kado mentre escono dalle loro Attack Ball

Essendo un tempo anch'essi membri dell'esercito di Freezer, i due fratelli Abo e Kado possiedono le loro Attack Ball per viaggi interplanetari. Nell'inseguimento di Tarble e Gure, i due hanno usato le loro navicelle per inseguire i due sulla Terra. Giunti a destinazione atterrano su un campo verde, e perseguito il loro obiettivo. Dopo essere stati sconfitti e aver cambiato mentalità, i due si uniscono ai festeggiamenti assieme ai Guerrieri Z prima presumibilmente ripartire per lo spazio a bordo delle loro Attack Ball.

Apparizioni nei videogiochi

Possiamo vedere Vegeta e Nappa utilizzare brevemente le loro Attack Ball in alcune scene di Dragon Ball Z: Goku Hishōden. Inoltre possiamo vedere le Attack Ball anche nei seguenti videogiochi: Dragon Ball Z: Kyōshū! SaiyanDragon Ball Z: Super Saiya DensetsuDragon Ball Z: Super Gokuden: Kakusei-HenDragon Ball Z: The Legacy of GokuDragon Ball Z: Budokai 2Dragon Ball Z: Budokai 3Dragon Ball Z: SagasDragon Ball Z: Harukanaru DensetsuDragon Ball Z: Attack of the Saiyans, e Dragon Ball Online.

Possiamo vedere un'Attack Ball nella Capitale Orientale (Eastern Capital) nello scenario di battaglia di Super Dragon Ball Z, nello scenario di battaglia dell'Area Rocciosa nella Serie dei Budokai Tenkaichi, e nello scenario di battaglia Spinach Wastes in Dragon Ball Z: Battle of Z.

Tsprb2.PNG

L'Attack Ball di Tarble nel videogioco Ragin Blast 2

l'Attack Ball della Squadra Ginew usata da Son Goku per scappare dal pianeta Namek prossimo alla distruzione appare in Dragon Ball Z: The Legacy of Goku II. La nave del Capitano Ginew riappare in Dragon Ball Z: Buu's Fury come oggetto numero 7 dei ZGuerrieri Z, con la descrizione del gioco: "Goku ha usato questa navicella per fuggire da Namek. Questa navicella apparteneva alla Squadra Ginew."

In Dragon Ball Z: Raging Blast 2, Tarble usa la sua Attack Ball come parte di un attacco chiamato Round UFO Attack.

Curiosità

  • I telecomandi delle navicelle che consentono ai loro piloti di richiamarle a se sono estremamente forti e durevoli. Il telecomando di Vegeta funzionava perfettamente dopo che era stato colpito con un massiccio Kaio Ken di quadrupla potenza lanciato da Goku, dopo che si era trasformato in Oozaru, dopo essere stato colpito con lo Spirito bomba, e anche dopo essere stato schiacciato da Gohan trasformato anch'egli in Oozaru.

Riferimenti

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale