FANDOM


Il Bastone Nyoi (如意棒, Nyoi-bō, letteralmente asta compiacente), banalmente adattato come bastone magico nell'anime Italiano, è un'asta magica in grado di allungarsi potenzialmente all'infinito, una delle poche armi a comparire nella serie di Dragon Ball, e una delle più emblematiche del franchise.

Il suo possessore più famoso è Son Goku, che nella prima serie la usa in quasi ogni battaglia con grande maestria.

Caratteristiche

A prima vista, il bastone Nyoi appare come una comunissima asta di legno chiaro, perfettamente dritta, lunga poco più di un metro e dal diametro di pochi centimetri. E' custodita in un'astuccio di legno che viene normalmente portato dietro la schiena.

Il bastone ha la capacità magica di allungarsi, e accorciarsi nuovamente, a seconda dei desideri del suo possessore. Per attivare questo potere è sufficiente comandarlo a voce, e il bastone si allunga, risplendendo di una luce tenue che proviene dal suo interno. Il bastone è un'arma formidabile nelle mani di un'artista marziale bene addestrato che ne sappia sfruttare le peculiarità. Molti nemici, infatti, credendolo una semplice asta di legno, rimangono stupefatti dalla sua capacità di allungarsi, cosa che finisce spesso con l'avvantaggiare il giovane Goku.

Le origini del bastone sono ignote, ma si intuisce che siano molto antiche; al termine della Saga del Grande Mago Piccolo, infatti, si scopre che il bastone è fondamentale per raggiungere il Santuario di Dio; sulla sommità della Torre di Karin, infatti, è posizionato un foro all'interno del quale va incastonato il bastone Nyoi. Ordinando al bastone di allungarsi, questo va ad incastrarsi in un secondo foro, posizionato però nella parte inferiore del Santuario di Dio. Dal momento che sia la Torre che il Santuario sono antichissimi, deve logicamente esserlo anche il bastone, che potrebbe essere stato creato appositamente per collegare l'eremo di Karin alla dimora di Dio.

La magia della quale è intriso il bastone potrebbe anche spiegare la sua estrema resistenza agli urti e alle sollecitazioni alle quali è sottoposto allungandosi per parecchie centinaia di metri.

Storia

La prima apparizione del bastone Nyoi avviene prestissimo in Dragon Ball. Goku infatti lo indossa fin dalle prime vignette del manga. Lo sfodera la prima volta quando incontra la giovane Bulma. Il ragazzo, non avendo mai visto nulla di tecnologico, scambia l'automobile della giovane per un mostro, e sfodera il bastone per difendersi. Lo usa poi contro lo pterodattilo che rapisce Bulma, poco dopo che i due partono assieme.

Da quel momento, il bastone Nyoi diventa l'arma più comunemente utilizzata da Goku. Se ne serve per combattere la prima volta contro Yamcha, intenzionato a rapinare Goku, Bulma ed Oolong, ed in seguito il bastone lo aiuta a stingere amicizia con lo Stregone del Toro, che riconoscendo l'asta scopre che Goku è il nipote di Son Gohan, precedente possessore dell'arma e compagno di addestramento dello Stregone.

Dopo aver aiutato lo Stregone, Goku e il suo gruppo di imbattono nella Banda del Coniglio, e grazie al bastone ne spedisce i membri sulla Luna, dimostrando così che il bastone è in grado di allungarsi per centinaia di migliaia di chilometri (384.403 chilometri, per la precisione, la distanza media tra Terra e Luna).

MurasakiOnTheRopes

Il bastone di Goku contro la katana di Murasaki

Goku userà intensamente il bastone nella sua battaglia contro il Red Ribbon. Se ne serve per sbaragliare la guarnigione posta a difesa della Muscle Tower, e per sconfiggere il bizzarro ninja Murasaki, usando il bastone per contrastare l'affilatissima katana dell'avversario.

Il bastone gli è utile anche contro Tao Pai Pai, e di lì a poco, anche nell'assalto finale alla base centrale del Red Ribbon, che si conclude con la distruzione quasi totale dell'organizzazione.

Goku non si separa mai dal suo bastone, ma dopo la sconfitta del Red Ribbon se ne serve pochissimo. In occasione dello scontro finale con il Grande Mago Piccolo, Goku usa il bastone per sorreggersi dopo che il demone lo ferisce ad una gamba. Dopo la sconfitta di Piccolo, Goku viene soccorso da Yajirobei, che porta il ragazzo alla Torre di Karin affinchè si curi le ferite. Il bastone rimane a terra sul luogo dello scontro, e viene raccolto da Tenshinhan, che lo conserva alla Kame House. Quando Karin spiega a Goku che per ripristinare le sfere del Drago (inutilizzabili perchè Piccolo aveva precedentemente ucciso Shenron) bisogna recarsi da Dio stesso, gli rivela anche come raggiungere il suo palazzo, perciò Goku corre alla Kame House grazie alla nuvola d'oro, prende il bastone e poi lo usa per raggiungere il Santuario di Dio.

Da quel momento, il bastone non viene più utilizzato o visto in possesso di qualcuno; si ipotizza che Goku l'abbia lasciato incastonato tra la cima della Torre di Karin e la base del Santuario di Dio. Tuttavia, nella Saga di Garlic Jr., totalmente filler, ossia assente nel manga, il bastone viene mostrato in possesso di Karin; il gatto se lo gioca a poker in una partita con Yajirobei e Marion, la svampita fidanzata di Crilin.

Compare anche nelle ultime immagini di Dragon Ball GT, nelle mani di Goku.

Creazione ed ispirazione

Journey to the West detail

Sun Wukong con il suo bastone magico

Com'è abbastanza noto, Akira Toriyama si ispirò nel creare la saga di Dragon Ball al celebre Il Viaggio in Occidente, un classico della letteratura cinese. Nel racconto, Sun Wukong, il personaggio usato come base per Goku, possiede un bastone magico con le stesse identiche caratteristiche del bastone Nyoi.

Riferimenti

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.