FANDOM


Il Capo Anziano di Namecc (最長老 Saichōrō) è il più anziano Namecciano ancora in vita sul pianeta Namecc all'epoca dell'invasione da parte dell'Armata Galattica di Freezer.

Assieme al figlio di Katattsu, fu il solo Namecciano a sopravvivere al cataclisma che colpì Namecc circa tre secoli prima dell'inizio della saga di Dragon Ball, e l'unico a non abbandonare il pianeta, ripopolandolo lentamente assieme ai suoi figli. Ciò lo rende anche il progenitore dell'intera razza Namecciana.

Il Capo Anziano è un potente membro della Famiglia del Drago, nonché il creatore delle sfere del Drago di Namecc e del dio Drago Polunga.

Biografia

La giovinezza e il cataclisma

Il Capo Anziano di Namecc è uno dei due soli Namecciani che, secoli fa, si salvano dal cataclisma che sconvolge il pianeta Namecc, deturpandone la bellezza ed annientando l'intera civiltà namecciana. L'altro sopravvissuto è un bambino, che Katattsu mette in salvo su un'astronave che spedisce sulla Terra, nella speranza che lì sia in salvo.

Il Capo, rimasto il solo superstite della sua intera razza, decide, quando l'ambiente di Namecc torna a normalizzarsi, di ripopolare il pianeta generando oltre un centinaio di figli.

All'epoca dell'invasione delle forze comandate da Freezer, l'Anziano ha ormai 500 anni, ed è indebolito ed ormai prossimo alla morte.

L'invasione di Freezer

Quando Dende, salvato da Crilin e Son Gohan dalla furia di Dodoria, scopre il motivo per il quale i Terrestri si sono spinti fin su Namecc, ossia il riportare in vita i loro compagni uccisi da Nappa sulla Terra, decide di portare i suoi nuovi amici dal Capo Anziano di Namecc. Il motivo è che l'anziano custodisce una delle sfere, la sola non ancora caduta nelle mani di Freezer e di Vegeta. Crilin parte quindi assieme a Dende, e i due sono costretti a volare alla massima velocità, visto che il viaggio a piedi richiederebbe, dal loro nascondiglio, quasi 30 giorni.

Crilin anziano

Crilin ottiene la sfera del Drago dal Capo Anziano

All'arrivo, Crilin viene accolto da Nail, il più potente tra i guerrieri Namecciani, nonché guardia del corpo del Capo Anziano. Quando viene introdotto alla sua presenza, Crilin rimane sorpreso dalla stazza del vecchio, che è molto più alto (e grasso) dei suoi figli. Il Capo Anziano rimane stupito quando scopre che anche sulla Terra esistono le sfere magiche, e Crilin gli conferma che il loro Dio era un Namecciano scappato da Namecc quando il cataclisma sconvolse il pianeta; il vecchio Capo allora capisce subito che si tratta del figlio di Katattsu uno dei membri più talentuosi della Famiglia del Drago. E' anche sorpreso del fatto che un Saiyan sia riuscito ad ucciderlo, tanto che chiede a Crilin se quel guerriero non fosse un Super Saiyan. Crilin lo informa allora che anni prima il figlio di Katattsu si era diviso in due esseri, e allora l'Anziano, leggendo la mente del giovane Umano, capisce che dividendo la sua enorme potenza, Dio è diventato tanto debole da essere ucciso da un nemico che avrebbe potuto altrimenti sconfiggere molto facilmente.

Crilin potenziato

L'Anziano risveglia la forza nascosta di Crilin

Il Capo Anziano, capito che Crilin e i suoi amici sono mossi da nobili intenzioni, consegna al ragazzo la sua sfera, e usa i suoi poteri per sbloccare il suo potenziale sopito. Crilin rimane sorpreso quando sente la sua nuova potenza, convinto com'era di non poter diventare più forte. Crilin chiede al Capo se non possa sbloccare la forza nascosta di Gohan, e l'Anziano gli conferma che l'operazione non lo priva di forza vitale, perciò Crilin si allontana promettendo di tornare al più presto.

Dopo poco, Crilin torna assieme a Gohan. L'Anziano si sorprende di quanto il bambino sia potente, e di quanta energia abbia ancora da sviluppare. In quel momento, alla casa del Capo arriva anche Vegeta, il quale ha seguito Crilin. Il Capo però percepisce anche qualcos'altro; sente infatti cinque potenti auree in avvicinamento a Namecc, e in quelle auree Vegeta riconosce, con orrore, la Squadra Ginew, che Freezer ha convocato sul pianeta per sbloccare la situazione. Crilin, Gohan e Vegeta decidono di stringere un'improbabile alleanza quando Nail li informa che Polunga può esaudire tre desideri. I tre partono a recuperare le altre sfere, e il Capo Anziano ordina a Nail di seguirli per aiutarli, rassicurandolo di poter vivere ancora un altro po'.

Nail però decide di tornare indietro dal Capo, avendo un brutto presentimento. Infatti, di lì a poco percepisce un potentissimo guerriero che si avvicina alla casa: si tratta di Freezer, che ormai ha tutte e sette le sfere del Drago ma non riesce ad esprimere il suo desiderio. Anche il Capo sente l'aura nemica che si avvicina, e a quel punto, risveglia la forza nascosta di Dende e lo manda ad aiutare i Terrestri ad evocare il dio Drago, lasciando l'Anziano a chiedersi quale sarà il suo destino, se morire per mano nemica o per quella della vecchiaia.

All'arrivo di Freezer, Nail convince il tiranno a non combattere lì nelle vicinanze, rivelandogli che se il Capo morisse, anche le sfere sparirebbero con lui, visto che ne è il creatore. L'Anziano dice a Freezer che non riuscirà a battere Nail tanto facilmente, visto che appartiene alla stirpe dei guerrieri Namecciani, e telepaticamente chiede al figlio di guadagnare tempo per i Terrestri, tenendo impegnato il tiranno spaziale.

Il Capo cerca dunque di lottare contro la sua ormai avanzatissima età, sperando di morire dopo che i Terrestri avranno esaudito i loro desideri; da questo punto di vista, riesce nel suo intento. Crilin e Gohan esprimono il loro desiderio di far resuscitare Piccolo, facendo tornare il vita al tempo stesso anche Dio, sulla Terra, e poi fanno trasferire il guerriero su Namecc dal pianeta del Re Kaioh, così che aiuti nella battaglia contro Freezer. L'Anziano muore proprio quando Vegeta, che sente Freezer avvicinarsi, ha finalmente convinto Dende a chiedere a Polunga di renderlo immortale. Con la morte del Capo, Polunga scompare e le sfere del Drago diventano dei sassi.

Extra375-dbz102-Grand Elder and Dende

L'Anziano e i suoi figli in salvo, sulla Terra

La cosa, ovviamente, fa arrabbiare Freezer, che vede sfumare il suo desiderio di immortalità. Il prezzo che Namecc pagherà sarà molto alto.

Lo scontro tra Freezer e Son Goku subisce una svolta quando Freezer uccide Crilin, cosa che instilla in Goku una tale rabbia da permettergli di raggiungere lo stadio di Super Saiyan. Capito di non avere chances contro un simile avversario, Freezer danneggia il nucleo di Namecc, che è destinato a disintegrarsi entro pochi minuti. Il Re Kaioh del Nord, che segue telepaticamente lo scontro, ha dunque l'idea di ricorrere alle sfere del Drago terrestri per resuscitare tutti i Namecciani uccisi da Freezer su Namecc, riuscendo ad includere nel desiderio anche l'Anziano. Tornando in vita, il Capo permette il ritorno di Polunga, al quale rimane un solo desiderio da esprimere; su suggerimento del Re Kaioh, l'Anziano chiede a Dende di far trasferire sulla Terra tutti coloro che si trovano sul pianeta, eccezion fatta per Freezer e Goku.

Dbz105-04

L'Anziano trasferisce i suoi poteri a Moori

Una volta in salvo sulla Terra, l'Anziano cede i suoi poteri a Anziano Moori, che diventa il nuovo leader del popolo Namecciano, oltre che nuovo custode delle sfere del Drago. Dopo aver assicurato il destino dei suoi figli e della sua intera razza, il Capo Anziano muore in pace, e il suo corpo di dissolve, seguendo l'anima nell'Aldilà.

Aspetto e personalità

Il Capo Anziano è un Namecciano che si distingue dai suoi figli, e da Piccolo, per le incredibili dimensioni raggiunte dal suo corpo. Quando Crilin lo incontra, infatti, è alto più di due metri, e pesa diverse centinaia di chili. La sua pelle è ormai raggrinzita e macchiata per l'età, e pare non riuscire a tenere gli occhi aperti.

Dal momento che è l'unico sopravvissuto al cataclisma di Namecc, l'Anziano è il progenitore di tutti i 109 Namecciani che popolano il pianeta all'epoca dell'arrivo dei Terrestri. E' un capo saggio, amato dai suoi figli e preoccupato per la loro sorte, quando le sfere del Drago attirano su di loro l'attenzione di malvagi e corrotti.

L'Anziano appare anche notevolmente più informato circa la vita nel resto dell'Universo rispetto ai suoi figli. Infatti è il solo che, su Namecc, abbia mai sentito parlare dei Saiyan, conoscendo la loro terribile reputazione ed addirittura la leggenda del Super Saiyan. Ciò potrebbe dipendere dal fatto che, prima della catastrofe climatica, i Namecciani erano probabilmente più avanzati anche tecnologicamente, come del resto suggerisce la navetta spaziale con la quale Katattsu mise in salvo il figlio.

Poteri e abilità

Dbz70-10

L'Anziano risveglia la forza nascosta di Dende

L'Anziano è un membro della Famiglia del Drago. Come tale, ha probabilmente una forza combattiva molto bassa, ma in compenso è dotato di forti poteri magici, il più rilevante dei quali è la capacità di creare le sfere del Drago.

Possiede anche la rara capacità di risvegliare la forza nascosta di un'essere vivente. Pare che questa capacità lo affatichi, ma che non intacchi in alcun modo la sua forza vitale. È anche un potente telepate, riuscendo a comunicare mentalmente con altre persone e a leggerne la mente, anche se quest'ultima capacità pare richiedere un contatto fisico.

Videogames

Il Capo Anziano fa la sua comparsa in alcuni videogiochi della saga, anche se mai come personaggio giocabile. Appare in alcuni filmati d'intermezzo, in modalità storia, in alcuni mini-games o in menù di gioco. Appare in:

Curiosità

Benché i Namecciani siano una specie asessuata ma dall'aspetto maschile, nella versione Israeliana dell'anime l'Anziano Capo viene presentato come una femmina; essendo i Namecciani suoi figli, è probabile che la scelta sia motivata dalla volontà di non confondere gli spettatori più piccoli.

Riferimenti

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale