FANDOM


Il terribile futuro in cui ha vissuto Trunks (絶望の未来!! 地獄を生き抜いた男トランクス, Zetsubō no Mirai!! Jigoku o Ikinuita Otoko Torankusu) è il venticinquesimo episodio della Saga di Cell ed il centosessantaquattresimo di Dragon Ball Z. Venne trasmesso per la prima volta in Giappone l'11 novembre del 1992. È stato trasmesso in Italia nel 2000.

Trama

Trunks si sta scatenando di fronte a Cell. Compaiono fulmini nel cielo e la terra inizia a tremare. Trunks non vuole che succeda come è accaduto nel suo futuro.

Proprio in quel futuro Androide 17 del Futuro e Androide 18 del Futuro hanno creato distruzione. Nemmeno Vegeta, Piccolo, Crilin, Tenshinhan, Yamcha e Yajirobei sono riusciti a fermarli e sono stati tutti eliminati. Trunks e Gohan iniziarono a combattere e, dopo essere riusciti a nascondersi, Gohan, pensando al coraggio che avrebbe avuto il padre Goku, continua a sfidare i Cyborg. Nonostante ciò anche Gohan non ce la fece, lasciando Trunks unico sopravvissuto dei Guerrieri Z.

Cell ricorda il percorso che ha fatto per arrivare a questo scontro. L'embrione stava crescendo e fece esplodere la cupola di vetro nella quale il liquido con le cellule dei guerrieri più forti sulla Terra lo nutriva. Uscito si sviluppò assorbendo la bioenergia dei pochi esseri viventi sopravvissuti alla distruzione di 17 e 18. Trasformatosi nell'essere imperfetto, non si fermò davanti a nulla e nessuno ma non riuscì a trovare i due Cyborg. Questo perché Trunks li uccise prima che Cell potesse uscire dal Laboratorio del Dr. Gelo.

Trunks contro Cell

Trunks contro Cell.

Nel presente, Trunks si arrabbia e i due iniziano a combattere con pugni, testate e colpi di energia. Cell gli dice che probabilmente il Saiyan ha superato il suo livello ma non riuscirà a sconfiggerlo mai.

Battaglie

Cell perfetto contro Trunks del Futuro (Super Saiyan del terzo stadio)

Riferimenti

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.