FANDOM


"Questo colpo serviva proprio per ucciderti..."
Piccolo a Son Goku

Il Makankosappo  (魔貫光殺砲, Makankosappo, lett. "Cannone Demoniaco della Luce Omicida Trapassante"), noto come Cannone Speciale nell'edizione italiana dell'anime, è una delle tecniche più potenti e peculiari di Piccolo, elaborata appositamente per eliminare il suo rivale storico, Son Goku, e che invece finisce con l'essere l'ultima arma a disposizione contro il fratello di questi, il terribile Raditz.

Descrizione

Il Makankosappo è una tecnica che si esegue radunando una grande quantità di ki sulla punta di due dita, che vengono portare vicino alla fronte; una volta che l'energia è pronta, si allunga velocemente il braccio verso il bersaglio, scagliando un potentissimo raggio a spirale in grado di trapassare qualsiasi oggetto, o di esplodere a contatto con esso. L'energia del raggio è molto concentrata, perciò il fascio risulta essere veloce e potente. La prima volta che lo usa, Piccolo è costretto a concentrarsi molto intensamente per qualche minuto per radunare la propria energia; ciò può però essere imputato al fatto che in quel momento Raditz, il bersaglio del Namecciano, è un'avversario formidabile, quindi è possibile che Piccolo necessiti di quasi tutta la sua forza.

Storia

Makankosappo 1

Il Makankosappo uccide Raditz e Goku

Dragon Ball Z

Piccolo si serve del Makankosappo in occasione dello scontro tra lui, Goku e Raditz; il Saiyan invasore si rivela essere l'avversario più potente mai incontrato prima dai due guerrieri, sicchè Piccolo chiede a Goku di tenere occupato suo fratello mentre lui prepara la tecnica; a Goku rivela anche, con un velo d'ironia, che aveva sviluppato il Makankosappo per uccidere proprio lui. Piccolo lancia il raggio, ma Raditz riesce a scansarlo, venendo colpito alla spalla; la potenza del Makankosappo è appena sufficiente a danneggiare uno degli spallacci della sua armatura. Raditz si prepara ad uccidere il Namecciano, ma Goku interviene stringendo la coda del nemico, indebolendolo e dando a Piccolo l'occasione di lanciare un nuovo Makankosappo. Raditz riesce a liberarsi, ma Gohan, infuriato, lo colpisce violentemente, e Goku lo immobilizza, dando a Piccolo un bersaglio fermo. Stavolta il Makankosappo colpisce in pieno Raditz, trapassando il suo corpo e anche quello di Goku, che era dietro di lui, uccidendo entrambi i fratelli.

In seguito, Piccolo fa ricorso al Makankosappo in diverse occasioni, anche se pare diventare una tecnica minore, e col tempo riesce a scagliarla senza doversi concentrare per raccogliere energia. Durante la seconda trasformazione di Gohan in Oozaru, Piccolo usa questa tecnica per distruggere la navicella dalla quale proviene la radiazione luminosa che ha indotto la trasformazione, mentre durante lo scontro con Nappa, Piccolo lancia un Makosen il cui fascio energetico somiglia a quello del Makankosappo, che però il Saiyan riesce a schivare.

Piccolo vs Makankosappo

Piccolo deflette senza difficoltà il Makankosappo lanciato da Cell

Negli anni successivi, Piccolo scopre che anche Cell, uno dei cyborg creati dal Dr. Gelo, è in grado di lanciare il Makankosappo, questo perchè nel suo corpo sono presenti i geni del Namecciano, cosa che gli conferisce la capacità di usare tutte le sue tecniche. Questo Makankosappo, comunque, è estremamente debole, e Piccolo non ha difficoltà a defletterlo con una sola mano. Similmente a Cell, anche i Cell Jr. possono servirsi di questa tecnica, e anche Majin Bu, dopo aver assorbito Piccolo, è in grado di usare il Makankosappo, così come la proiezione di Piccolo nella mente del demone.

Dragon Ball Super

Piccolo prepara il Makankosappo

Piccolo utilizza il Makankosappo al Torneo del Potere.

In Dragon Ball Super Piccolo fa ricorso a questa tecnica durante il Torneo tra gli Universi 6 e 7, nella sfida contro Frost. Questa tecnica, in questo caso non va a buon fine dato che l'avversario lo colpisce con un ago velenoso nascosto. In seguito, durante il Torneo del Potere, Piccolo utilizza il Makankosappo per sconfiggere i due namecciani del Sesto Universo, Saonel e Pilina. Mentre Gohan tiene occupati i due, Piccolo riesce a preparare tale attacco.

Dragon Ball GT

Piccolo usa questa tecnica anche in Dragon Ball GT contro Gohan, dopo che questi è stato infettato da Baby, anche se non riesce a ferirlo.

Nei film

Il Makankosappo compare anche in diversi dei film e OAV dedicati alla saga, anche se non ricopre più un ruolo determinante nel repertorio di Piccolo. Il Namecciano fa ricorso a questa tecnica contro nemici come Turles e Borjack, senza grandi risultati, solamente contro Sauzer, uno dei soldati scelti di Cooler, il Makankosappo si rivela letale.

Utilizzatori noti

Apparizioni in videogame

Il Makankosappo è una delle tecniche utilizzabili in quasi tutti i videogame di Dragon Ball nei quali sia possibile giocare nei panni di Piccolo, e in molti di essi è utilizzabile anche da Cell. In Dragon Ball Online e in Dragon Ball: Xenoverse, questa tecnica può essere appresa dal personaggio del giocatore (creato da zero, avendo questi due titoli una componente ruolistica) addestrandosi con Piccolo come maestro.

Significato del nome

  • (Ma) = demone, malvagio 
  • (Kan) = penetrante, perforante
  • () = luce, raggio, fascio
  • (Satsu/Sa-) = mortale, assassino
  • (Hō/Pō) = cannone, attacco

Riferimenti