FANDOM


"Sento una notevole aria sinistra... Il Grande Mago Piccolo è là!"
Son Goku, percependo l'aura del Grande Mago Piccolo

La percezione del ki è la capacità di percepire mentalmente il ki degli esseri viventi, e di determinare la sua intensità e anche la sua esatta posizione spaziale. Si tratta di un'abilità che alcuni individui e intere razze sviluppano in modo naturale, alcuni grazie all'addestramento nelle arti marziali, altri invece come parte delle proprie capacità innate.

Caratteristiche

La percezione del ki consente di captare mentalmente l'energia spirituale di un altro essere vivente; più intensa è la sensazione, maggiore è l'energia percepita, e di conseguenza maggiore è il livello combattivo. Sviluppando ulteriormente questa capacità, diventa semplice anche individuare la posizione esatta dell'individuo che emana il ki percepito, anche a grande distanza, inoltre, questa percezione diventa affidabile quanto gli altri cinque sensi, e percepire il ki altrui diventa un'atto involontario, senza il bisogno di una particolare concentrazione. Questa capacità diventa essenziale durante gli scontri corpo a corpo, in quanto è utile nel percepire i movimenti e la posizione del nemico, molto più di quanto non lo sia la vista. È inoltre una tecnica fondamentale per usare il teletrasporto, visto che è necessario fissare l'aura della persona da raggiungere.

Questa capacità sembra essere un'abilità innata di alcune razze, come i Namecciani o i Makyan, che sembrano essere in grado di percepire l'aura altrui senza che ci siano eccezioni, mentre tutte le altre razze, come gli Umani, possono comunque svilupparla approfondendo la loro conoscenza delle arti marziali, potenziando lo spirito tanto quanto il corpo; Son Goku sviluppa questa abilità dopo aver bevuto l'acqua del Dio Maestoso, che sviluppa la sua energia sopita, mentre altri personaggi come Crilin, Tenshinhan e Muten paiono svilupparla semplicemente con l'allenamento.

La percezione del ki è legata all'aspetto spirituale delle arti marziali, pertanto alcune razze come i Saiyan o il Clan di Freezer, che invece curano solo il lato fisico e violento del combattimento, non solo non possiedono quest'abilità, ma sembra che non ne conoscano neppure l'esistenza, dovendo affidarsi agli scouter per individuare i loro avversari e determinarne la potenza.

La sensazione che si prova nel percepire l'energia spirituale è impossibile da spiegare a chi non possiede questa capacità; per usare le parole di Mr. Popo, è "come cercare di spiegare ad un cieco come sia poter vedere".

Storia

La percezione del ki è una capacità che viene acquisita per prima da Son Goku, poco dopo essere sopravvissuto al veleno dell'acqua del Dio Maestoso; al suo risveglio, alla Torre di Karin, afferma di riuscire a percepire l'aura del Grande Mago Piccolo, che in quel momento di trova al King Castle, a migliaia di chilometri di distanza. In quel momento, però, pare essere in grado di percepire solamente Piccolo, mentre sviluppa la capacità per percepire qualunque altra aura solo in seguito. Anche se Goku apprende questo potere grazie all'acqua datagli da Karin, diversi altri personaggi sono già in quel momento in grado di percepire il ki, anche se non sono potenti quanto lui; oltre a Karin stesso, sembra che anche il Maestro Muten ci riesca. All'epoca dell'invasione della Terra da parte dei Saiyan, anche Crilin e gli altri Guerrieri Z sono in grado di percepire mentalmente il ki, merito forse dell'addestramento speciale sostenuto presso il Santuario di Dio.

Quando i Saiyan Vegeta e Nappa arrivano sulla Terra, Piccolo nota che, come il loro compagno Raditz, i due invasori non sono in grado di percepire il ki avversario, dovendo fare affidamento sugli scouter; sia Vegeta che Nappa rimangono sorpresi nel constatare che i loro nemici riescono a capire la forza nemica grazie alla mente.

Teletrasporto

La percezione del ki è essenziale per eseguire la tecnica del teletrasporto

Crilin e Gohan scoprono, su Namecc, che neppure Freezer e i soldati del suo esercito possono percepire le auree mentalmente, e che invece i Namecciani sono naturalmente in grado di farlo. Vegeta, una volta giunto sul pianeta, rivela di aver imparato a percepire il ki con la mente, anche se non è chiaro come abbia fatto; rivela a Kyui di aver pensato che se Kakaroth, un Saiyan come lui, era in grado di farlo, allora anche lui poteva imparare. È probabile che Vegeta si sia semplicemente impegnato a percepire le auree con la mente dopo aver intuito il funzionamento di questa tecnica, anche se per i primi tempi la sua percezione è poco accurata, perché la padroneggia da poco.

Più avanti, nella serie, viene rivelato che il ki di una persona possiede un'"impronta" specifica, così come quello dei membri di una determinata specie; quando Trunks del Futuro affronta Freezer e suo padre, Vegeta percependo la sua aura capisce che il misterioso ragazzo è un Saiyan, perché possiede un ki simile al suo, a quello di Goku e di suo figlio. In seguito, quando Cell si rivela la prima volta, Piccolo, Gohan e Muten sono confusi perché sostengono che la sua aura è un'insieme di quella di Goku, Vegeta, Freezer, Re Cold e quella di Piccolo stesso. Ciò dipende dal fatto che il cyborg è stato creato con le cellule di guerrieri diversi, pertanto sviluppa un ki che "risente" di quelli dei guerrieri il cui sangue scorre nelle sue vene.

In Dragon Ball Super e nel film collegato Dragon Ball Z: La Battaglia degli Dei viene svelato da Whis che le divinità possiedono un ki che non può essere percepito dai mortali, infatti nessuno, oltre a Goku dopo la sua trasformazione in Super Saiyan God, è in grado di percepire l'aura di Beerus.

Utilizzatori noti

Controversie

In Dragon Ball Z viene stabilito che gli androidi non possono essere individuati da questa tecnica, visto che, in quanto esseri artificiali, non possiedono alcun ki da percepire. Nonostante questo, in Dragon Ball GT Goku avverte l'aura del Generale Lilde, affermando che è intensa più o meno come quella di Majin Bu. Allo stesso modo, in Dragon Ball GT alcuni androidi, come il Dottor Mieu o il Numero 19 vengono mostrati all'Inferno, anche questa, cosa impossibile dal momento che non possiedono un'anima.

Inoltre, Whis afferma che i mortali non sono in grado di percepire l'aura di una divinità, nonostante questo, in Dragon Ball Z molti personaggi appaiono in grado di sentire la presenza di divinità come i Re Kaioh o i Kaiohshin.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.