FANDOM


Son Gohan (孫悟飯, Son Gohan) è uno dei personaggi principali di Dragonball. È un Saiyan mezzosangue figlio di Goku e Chichi, il primo ibrido Umano/Saiyan. Da adolescente cerca di aiutare il mondo travestito nei panni del Great Saiyaman.

Descrizione

Aspetto

Son Gohan è un ibrido saiyan-umano dalla pelle chiara e capelli neri. Alla nascita possiede un coda tipica dei saiyan, che poi gli è stata tagliata. Nel corso degli anni il suo aspetto è cambiato nel tempo.

Carattere

Gohan senza cappello

Gohan disperato dopo aver perso il suo cappello con la sfera.

Cresciuto con severità da parte della madre, Son Gohan possiede una personalità timida, impacciata e fifona, tanto da aver paura praticamente di tutto. Saranno poi gli eventi della sua vita a cambiarlo drasticamente: la morte del padre, i nemici sempre più potenti, gli insegnamenti di Piccolo faranno sì che Gohan diventi una persona decisa e senza alcuna paura. A differenza del padre, però, la sua indole è rivolta più verso lo studio che sulla lotta (come voleva Chichi), tranne quando è strettamente necessario.

Abilità

Sin dai primi momenti, Gohan dimostra una forza spaventosa che viene sprigionata nei momenti d'ira. Nel corso degli anni, imparerà a dosarla e a raggiungere gli stadi del Super Saiyan. Saprà trasformarsi in Super Saiyan e, primo in assoluto, in Super Saiyan 2. Grazie a Kaiohshin il Sommo, raggiungerà la forma Suprema, il limite delle sue gargantuesche capacità combattive, senza dover ricorrere alla trasformazione in Super Saiyan. Nella serie Dragon Ball Z, escludendo fusioni e assorbimenti e fino all'apparizione dei personaggi divini, Gohan è in assoluto il guerriero più potente della saga, capace di sconfiggere con facilità l'immenso Majin Bu. Gli unici personaggi che sono riusciti a sconfiggerlo nella sua forma più potente sono Majin Bu dopo aver assorbito Gotenks e Piccolo. In Dragon Ball Super, inizialmente, non è all'altezza del potere che aveva un tempo a causa della lontananza dagli allenamenti. Riesce a ritrovare la sua vera potenza in preparazione per il Torneo del Potere e viene nominato da Goku come il leader dei 10 combattenti.

Tecniche

  • Gekiretsu Madan: barriera di energia che protegge dagli attacchi
  • Kamehameha: il colpo della Tartaruga
  • Super Kamehameha: colpo uguale al precedente, ma molto potenziato. Viene usato contro Cell
  • Electric Kamehameha: attacco di colore giallo potenziato rispetto ai precedenti
  • Kamehameha Padre-Figlio: grazie allo spirito del padre, la sua Kamehameha si rinforza così da eliminare definitivamente Cell. 
  • Onda Esplosiva: sfera di energia lanciata sul nemico
  • Bakuretsu Ramna: colpo uguale al precedente ma potenziato
  • Masenko: un lampo di energia dalla forza straordinaria
  • Ki Blast: lampo di energia varia
  • Bukujutsu: tecnica del volo

Storia

Dragon Ball Z

Saga dei Saiyan

All'inizio della serie Son Goku porta suo figlio Son Gohan alla Kame House per farlo conoscere ai suoi amici ma all'improvviso, viene rapito dal fratello maggiore di Son Goku, Raditz, che lo metterà a conoscenza delle sue origini Saiyan. Son Goku e Piccolo decidono in una tregua e si alleano ma il nemico è troppo forte. Son Gohan, nel vedere il padre ferito sfodera una forza sorprendente tale da raggiungere un livello di 1300 in pochi secondi, colpendo e stordendo momentaneamente Raditz. Successivamente, Son Goku lo immobilizzerà dando così la possibilità a Piccolo di sconfiggerlo, sacrificandosi.

Gohan e la sua spada

Gohan viene allenato da Piccolo.

Alla notizia data da Raditz in cui vi diceva dell'arrivo imminente di altri due guerrieri Saiyan, addirittura molto più forti di lui, Piccolo decide di prendere in custodia Son Gohan e allenarlo per affrontare la minaccia. Nella parte iniziale dell'allenamento, il bambino dovrà cavarsela da solo in una landa desolata procurandosi da bere, mangiare e sopravvivere alle avversità della natura. Questa permanenza solitaria e questa lotta per la sopravvivenza cambieranno il carattere del ragazzo che da timido e fifone diventerà più deciso a migliorarsi per affrontare il nemico.

Dopo il duro allenamento cui viene sottoposto il giovane Saiyan, partecipa alla lotta contro i due malvagi guerrieri: dopo aver assistito alla morte del proprio maestro, Piccolo, Son Gohan si scaglia contro Nappa, il suo assassino; i suoi sforzi saranno coraggiosi, ma altrettanto vani. Lo salverà poi Son Goku sconfiggendo in fretta prima Nappa e poi, dopo l'aiuto di Son Gohan trasformato in Oozaru, il Principe Vegeta che rimarrà in vita solo grazie al volere di Son Goku, affermando di vedere un qualcosa in lui.

Saga di Freezer

Vegeta colpisce Gohan nello stomaco

Vegeta colpisce Gohan.

Dopo l'accaduto, Son Gohan decide di partecipare al viaggio verso il Pianeta Namecc assieme a Crilin e Bulma. Giunto sul pianeta, salva Dende dalle grinfie di Freezer e successivamente viene potenziato dall'Anziano Saggio insieme a Crilin. Quindi si allea con Vegeta (dopo averlo ingannato a proposito delle Sfere del Drago Namecciane) contro la Squadra Ginew, ma neanche il suo aiuto è sufficiente a battere i nemici.

Gohan salva un namecciano

Gohan salva un namecciano.

Infatti, sarà Son Goku a fronteggiare i servi di Freezer e dopo alcune vicissitudini, si ritroverà in fin di vita. Mentre Son Goku si ristabilizza nell'astronave di Freezer, Son Gohan chiede a Polunga di resuscitare Piccolo e teletrasportarlo sul pianeta Namecc. Questo attira l'attenzione di Freezer che interviene sul posto, lottando contro lui, Vegeta e Crilin.

Gohan salva Junior

Gohan salva Piccolo.

Successivamente interverrà Piccolo che nulla potrà contro l'ultima e devastante trasformazione di Freezer. Vegeta (potenziato dai poteri curativi di Dende e della particolarità Saiyan in cui ci si rinforza se in fin di vita) si batterà contro il nemico ma uscirà sconfitto e ucciso dallo scontro. Sarà poi Son Goku a fronteggiare il tiranno, pretendendo vendetta per il fratello Saiyan caduto. Su desiderio del padre, Son Gohan abbandonerà il Pianeta assieme a Vegeta, Piccolo e tutti i namecciani caduti per mano di Freezer. Dopo un estenuante combattimento e una poderosa Genkidama, il guerriero Saiyan sconfiggerà Freezer nelle vesti del leggendario Super Saiyan.

Saga di Garlic Jr.

Dopo aver scoperto che Garlic Jr. ha diffuso la nebbia malefica sulla Terra, Son Gohan si reca sul Tempio di Dio. Lì combatte con Tard, uno degli scagnozzi di Garlic, sconfiggendolo con un Masenko. In seguito si scontra con Piccolo, quest'ultimo fingeva di essere sotto il controllo di Garlic. Poco dopo Son Gohan si scontra con Gassyu, sconfiggendo anche lui. In seguito riesce a sconfiggere Garlic imprigionandolo in un'altra dimensione.

Saga degli Androidi

Gohan diventa Super Saiyan

Gohan diventa Super saiyan.

Dopo l'avvertimento di Trunks del Futuro, Son Gohan parteciperà alla lotta contro gli Androidi del Dr. Gelo. Dopo diversi avvenimenti, si allenerà col padre nella Stanza dello Spirito e del Tempo, dove raggiungerà finalmente lo stadio del Super Saiyan.

Goku e Gohan cambiano vestiti

Gohan e Goku usciti dalla Stanza dello Spirito e del Tempo.

Parteciperà al Cell Game in cui sarà il secondo sfidante dell'androide, subito dopo il padre. Di fronte al nemico ammette di non avere un'indole guerriera e che preferirebbe non combattere, pur avendo una forza nascosta che viene liberata nei momenti di rabbia. Stuzzicato all'idea di un avversario potente, Cell scaglia contro i Guerrieri Z i suoi piccoli Cell Jr. mettendoli in estrema difficoltà.

Gohan si sta per scatenare

Gohan si sta per scatenare dopo la crudeltà di Cell verso Androide 16.

Ma è quando Androide 16 viene distrutto che la sua rabbia prende forma: irato dal gesto dell'androide, Son Gohan si trasformerà nel secondo stadio del Super Saiyan. Il suo solito atteggiamento calmo e impacciato, si tramuta in uno serio, crudele, sadico e irato; eliminerà con rabbia ed estrema facilità tutti i Cell Jr. e metterà alle strette il malvagio Cell, senza però dargli il colpo di grazia come suggeritogli dal padre. Cell, rendendosi conto della superiorità del nemico, decide di autodistruggersi: per l'ennesima volta sarà Son Goku a salvare la Terra, complimentandosi col figlio per la forza raggiunta e teletrasportandosi col nemico sul pianeta di Re Kaioh del Nord, sacrificandosi.

Gohan cotro Cell

Gohan, che combatte contro Cell.

Son Gohan è distrutto: per colpa della sua ira crudele, suo padre è morto sacrificandosi per lui ma la pace dura poco perché Cell ritorna più potente di prima. Dopo aver ucciso Trunks del Futuro e messo fuori gioco Vegeta, intraprenderà lo scontro finale col giovane Son Gohan: entrambi scaglieranno delle potenti Kamehameha che andranno a scontrarsi in una fase di stallo. Inizialmente in svantaggio, Son Gohan verrà aiutato dall'intervento di Vegeta e dallo spirito del padre, così da sfoderare una Kamehameha Padre-Figlio che eliminerà definitivamente il malvagio Cell.

Saga di Majin Bu

Gohan alle superiori

Gohan alle superiori.

Sei anni dopo lo scontro con Cell, Son Gohan intraprenderà una vita da liceale. Conoscerà una giovane ragazza, Videl (figlia di Mr. Satan), e nel mentre combatterà il crimine con l'identità segreta di Great Saiyaman. Verrà poi scoperto da Videl che in cambio del suo silenzio, riceverà delle lezioni di volo assieme al fratellino di Son Gohan, Son Goten, secondo figlio di Son Goku. Parteciperà al nuovo Torneo Tenkaichi in cui sfiderà uno strano partecipante, Kibith, che nel mezzo del ring chiederà a Son Gohan di sfogare tutta la sua forza così da adescare i servi di Babidi cui gli assorbiranno l'energia per il completamento del risveglio di Majin Bu. Curato da Kibith, si scontrerà poi contro Darbula che si ritirerà dallo scontro. Nel frattempo, Vegeta (trasformato in Super Saiyan 2 per l'effetto Majin di Babidi), si scontrerà con Son Goku per ricevere la sua agognata vendetta. Durante lo scontro tra i due Saiyan, accadrà l'inevitabile: a causa dell'energia sprigionata dalla battaglia, il terribile Majin Bu si è risvegliato. Son Gohan tenterà di affrontarlo ma il nemico lo sconfiggerà, uccidendolo apparentemente.

Gohan si allena

Gohan con la Spada Z.

Salvato da Kaiohshin il Superiore, verrà trasportato sul suo pianeta così da poter estrarre la Spada Z. Quest'ultima si rivelerà come la prigione di Kaiohshin il Sommo che per ringraziare il suo salvatore, aumenterà i suoi poteri a dismisura: Son Gohan arriverà così alla sua forma Suprema, un essere dalla forza smisurata che mantiene calma e sangue freddo, il cosiddetto Messia. Intanto Bu si è scontrato contro Vegeta, Son Goku e Gotenks: proprio dopo che la Fusion si scioglierà Son Gohan entrerà in scena, combattendo contro Super Bu.

Super Bu vs Son Gohan

Super Bu contro Gohan.

Messo alle strette, quest'ultimo attuerà una sorta di autodistruzione ma le sue intenzioni saranno ben diverse: con una subdola strategia, assorbirà Piccolo e Gotenks, acquisendone i loro poteri.

Majin Bu Gotenxs Piccolo Gohan

Majin Bu dopo aver assorbito Gohan.

Son Gohan verrà quasi ucciso dallo scontro col nuovo essere; durante la battaglia, interverrà suo padre che gli lancerà un orecchino Potara, così da fondersi definitivamente con lui ma Son Gohan, che sbaglierà presa, verrà assorbito dallo spregevole Bu. Verrà poi liberato dal padre e resuscitato a seguito della distruzione del pianeta per mano di Kid Bu. Darà poi la sua energia per la Sfera Genkidama del padre che eliminerà una volta per tutte Bu.

Dragon Ball Super

Saga della Battaglia degli Dei

All'arrivo di Beerus sulla Terra aiuta il padre a diventare un Super Saiyan God e in quel momento viene a conoscenza di aspettare un bimbo con Videl. Da quel momento rimarrà ancora più lontano dai combattimenti per accudire la piccola figlia Pan.

Saga della Resurrezione di ‘F’

Shisami tenta di uccidere Gohan

Shisami tenta di uccidere Gohan.

Si schiera con Piccolo, Muten, Tenshinhan e Crilin per proteggere la Terra dal ritorno di Freezer dopo la sua resurrezione grazie al desiderio di Sorbet espresso con le Sfere del Drago della Terra. Combatte contro Shisami ma entrambi vengono colpiti da Tagoma che pensava di uccidere il Saiyan. Tutto sembra andare male e Gohan non riesce a ritrovare la forza di un tempo. Nel frattempo Bulma chiama Son Goku e Vegeta che si stavano allenando sul Pianeta di Beerus sotto gli insegnamenti di Whis. Capito ciò, Gohan, privo di forze, diventa Super Saiyan e aumenta la propria aura fino a crollare a terra. In questo modo Goku riesce a localizzare il combattimento e si teletrasporta sul posto assieme a Vegeta.

Saga dell'Universo 6

In previsione del Torneo tra gli Universi 6 e 7 indetto da Beerus e Champa, Gohan chiede a Piccolo di fargli riavere la forza che aveva anni addietro ma alla fine sarà Piccolo a partecipare al Torneo. Questo perché il giorno del Torneo si tiene un importante conferenza a cui Gohan non può mancare per la sua carriera lavorativa. Inoltre il potere di Gohan non supera quello di Piccolo che a differenza del Saiyan si mantiene in allenamento.

Saga di Trunks del Futuro

Gohan contribuisce a dare speranze a Trunks del Futuro che arrivato nel presente capisce i valori per cui combattere. Trunks vede la felice famiglia di Gohan con la piccola Pan e capisce la bellezza di un mondo pacifico. Sarà anche questo che darà forza alla spada con cui Trunks distruggerà il corpo di Zamasu (fusione).

Saga della Sopravvivenza dell'Universo

Goku, dopo aver chiesto a Zeno di fare un torneo tra i dodici Universi, deve reclutare altri due guerrieri per il torneo dimostrativo per Zeno del Futuro. Saranno Gohan e Majin Bu i due combattenti che se la vedranno, assieme a Goku, contro il Nono Universo.

Gohan vs Lavenda

Gohan contro Lavenda.

Di fronte alle Divinità di tutti gli Universi iniziano gli scontri. Dopo la vittoria di Majin Bu contro Basil, Gohan deve vedersela con Lavenda. Il potere dell'avversario è quello di avvelenare il nemico. In poco tempo, infatti, Gohan inizia a perdere forza e questa perdita aumenta con l'innalzarsi dell'aura. Gohan viene colpito al viso e perde la vista. Questo avvelenamento si propaga man mano in tutto il corpo ma egli diventa comunque un Super Saiyan. Lo scontro finisce in parità con entrambi esamini al suolo. Son Goku cura il figlio con un Senzu.

Gohan si allena da Piccolo per il Torneo del Potere

Gohan ritrova la sua forza grazie a Piccolo.

In vista del Torneo del Potere si allena con Piccolo che gli fa capire come sia importante la concentrazione. Inoltre deve migliorare uno dei suoi più importanti difetti come quello di abbassare la guardia e non deve mai seguire l'istinto dell'arroganza e della superiorità ma affrontare l'avversario con la consapevolezza dei propri mezzi senza trascurare i poteri di chi si ha difronte. Il namecciano si dimostra più forte di lui ma dopo una serie di tentativi Gohan riesce a ritrovare la sua vera forza ottenendo la potenza suprema che ricevette sul Pianeta dei Kaiohshin e con la quale poté combattere contro Super Bu.

Son Goku vs Son Gohan

Son Gohan vs Son Goku.

Dopo che Goku ha convinto anche Tenshinhan a partecipare al Torneo, Gohan si reca dal padre insieme a Piccolo per testare i risultati del duro allenamento. Si decide così di iniziare un combattimento due contro due: Gohan e Piccolo contro Tenshinhan e Son Goku. Si combatte su un alto monte con una superficie circolare così da simulare il vero torneo. Gohan, assieme a Piccolo, riesce a creare problemi agli avversari. Gohan non perde di vista Goku per un momento e il combattimento tra i due si protrae ad alti livelli. Infatti la sfida a quattro termina ma Gohan vuole combattere contro Goku al massimo livello. Goku si porta fino al Super Saiyan Blue con Kaioken mentre Gohan non diventa Super Saiyan ma usa il potere Supremo. La lotta finisce con Gohan esausto che cade nelle braccia del padre. Goku dopo tale battaglia rivela che Gohan sarà il leader dei dieci combattenti che decideranno il destino del Settimo Universo al Torneo del Potere.

Botamo vs Son Gohan

Son Gohan vs Botamo.

Poco dopo l'inizio del Torneo del Potere, Son Gohan preferisce utilizzare la strategia di rimanere in gruppo, insieme a Piccolo, Crilin, Tenshinhan ed il Maestro Muten. Dopo essersi divisi, Son Gohan si scontra con Botamo, riuscendo ad eliminarlo senza molti problemi. In seguito si scontra con Obuni. Dopo aver utilizzato il suo massimo potere, Son Gohan riesce ad eliminare Obuni, ultimo guerriero del suo universo, causando così la cancellazione del Decimo Universo. Inseguito Son Gohan e Piccolo stanno per essere attaccati dal Dr. Rota, ma quest'ultimo viene attaccato da Prum. In seguito questo attacca i due guerrieri del Settimo Universo mettendoli in difficoltà. Per poi essere fermato da Vegeta.

Jimeze vs Son Gohan

Son Gohan vs Jimeze.

Separatosi da Piccolo, Son Gohan si scontra con Borareta del Terzo Universo, venendo messo in difficoltà Son Gohan preferisce sottrarsi dallo scontro ma viene attaccato da Jimeze. Anche contro Jimeze, Son Gohan viene messo in difficoltà a causa delle tecnica del Teletrasporto utilizzato dallo Yardratiano. L'incontro viene interrotto da Freezer che dopo aver visto il Saiyan in difficoltà, sconfigge facilmente Jimeze lasciandolo in fin di vita per poi lanciarlo fuori dal ring. I due guerrieri del Settimo Universo vengono raggiunti da Frost che rivela la sua alleanza con Freezer, entrambi accomunati dall'odio per i Saiyan. In segno di lealtà, Frost chiede a Freezer di attaccare il suo compagno.

Son Gohan vs Golden Freezer

Son Gohan vs Freezer.

Son Gohan inizia così uno scontro con Freezer, che dopo aver raggiunto la sua forma Golden lo sconfigge. Freezer mostra le altre sue trasformazioni a Frost, facendogli assumere la forma Massima Potenza, che ne aumenta la forza a discapito della velocità e dei riflessi. Dopo che Frost abbassa la guardia, Freezer lo attacca lanciandolo fuori dal ring. Rivelando che in realtà lo scontro con Son Gohan era una farsa. Infatti Son Gohan aveva capito che Freezer non faceva sul serio dal suo primo attacco, assecondandolo nello scontro. In seguito Son Gohan e Piccolo si confrontano con i due Namecciani del Sesto Universo, ed a circa 13 minuti dalla fine del torneo li riescono a sconfiggere, decretando la cancellazione del Sesto Universo. A circa 12 minuti dalla fine del torneo, Son Gohan e il suo team vengono attaccati dai restanti guerrieri del Terzo Universo. Per poter far conservare le energie a suo padre e Vegeta, Son Gohan si scontra con Koitsukai, Pancea e Borareta. Sfoderando il suo vero potere Son Gohan riesce ad avere la meglio suo trio, ma i tre guerrieri si assemblano in Koichiarator. Con l'aiuto di Son Goku e Vegeta, Son Gohan lo riesce a sconfiggere.

Attacco combinato contro Aniraza

Attacco combinato contro Aniraza.

Ma Paparoni si fonde con Koichiarator, dando vita ad Aniraza. Son Gohan e i suoi compagni decidono di unire le loro forze contro il nuovo guerriero, inizialmente sono in difficoltà, ma lo riescono a sconfiggere con un attacco energetico combinato, dopo che Androide 17 è riuscito a distruggere il suo nucleo energetico. La sconfitta di Aniraza decreta la cancellazione del Terzo Universo. A circa 9 minuti dalla fine del torneo, Son Gohan si batte con Toppo, collaborando insieme all'Androide 17. In poco tempo i due guerrieri mettono a punto una strategia per eliminare l'avversario. Dopo che Toppo blocca 17, l'androide lo imprigiona con se all'interno della sua barriera, cosicché Son Gohan li possa spingere con la sua Kamehameha fuori dal ring. Colpiti con il suo attacco, Son Gohan li spinge verso il limite del ring ma Toppo riesce a fermare l'attacco poco prima di cadere dal ring.

Gohan blocca Dyspo

Gohan blocca Dyspo.

Visto Freezer in difficoltà contro Dyspo, Son Gohan decide di raggiungerlo. Son Gohan e Freezer collaborano riuscendo a mettere in difficoltà Dyspo. Freezer crea una sorta di gabbia con i suoi laser, imprigionando al suo interno Dyspo con il giovane Saiyan. Limitato dalla gabbia Dyspo si trova così impossibilitato ad usare la sua velocità, potendo così essere attaccato facilmente da Son Gohan. Ma poco prima che Gohan possa sferrare il colpo finale, Freezer rilascia la tecnica in quanto esausto. Poco prima che Dyspo colpisca Son Gohan, quest'ultimo riesce a bloccarlo, e facendosi colpire da Freezer, sia Dyspo che Son Gohan vengono lanciati fuori dal ring.

Dragon Ball Z: Dieci anni dopo

Dieci anni dopo la sconfitta di Majin Bu, Son Gohan partecipa al 28° Torneo Tenkaichi da spettatore.

Dragon Ball GT

Goten contro gohan

Goten contro Gohan.

Dopo la fine di Dragon Ball Z, Son Gohan diventa un dipendente della Capsule Corporation come ricercatore e, come Trunks e Son Goten, si allena raramente. Ora e più preoccupato ad essere un buon padre e marito. È uno dei primi a vedere suo padre Son Goku tornare un bambino a causa delle Sfere del Drago dalla stella nera.

Son Gohan, assieme a Bulma e Videl, lavora sulla costruzione della nave spaziale che sarà utilizzata da Son Goku, Trunks e Son Goten (sostituito da Pan) per cercare le nuove sfere. Partecipa alle battaglie contro Baby, Super Androide 17 e i Draghi Malvagi. Anche se smette di allenarsi, rimane comunque uno dei guerrieri più potenti nella saga.  

Trasformazioni

Oozaru

Son Gohan Oozaru

Son Gohan Oozaru.

Come tutti i Saiyan dotati di coda, Son Gohan era in grado di raggiungere questa forma quando esposto alla luce delle Luna piena. Son Gohan si trasforma in Oozaru la prima volta quando Piccolo gli impone un'allenamento dal periodo della morte di Raditz fino all'arrivo dei Saiyan. Durante lo scontro con Vegeta si trasforma nuovamente in Oozaru osservando la luna piena artificiale. Son Gohan in questa forma non si dimostra completamente fuori controllo, infatti riesce a capire le parole di Son Goku. Dopo che gli è stata tagliata la coda Son Gohan non si mostrerà più in grado di raggiungere tale forma.

Super Saiyan

Forma ottenuta durante l'allenamento con suo padre nella Stanza dello Spirito e del Tempo.

Super Saiyan del quarto stadio

Son Gohan Super Saiyan del 4 stadio

Son Gohan Super Saiyan del quarto stadio.

Forma ottenuta durante l'allenamento con suo padre nella Stanza dello Spirito e del Tempo. In questa forma Son Gohan può rimanere per più tempo trasformato in Super Saiyan. Tratto caratteristico di questa forma sono i capelli più chiari del classico Super Saiyan e l'assenza dell'aura dorata.

Super Saiyan 2

Forma ottenuta da Son Gohan durante il combattimento contro Cell nel Cell Game. In questa forma Son Gohan ottiene un potere superiore al Super Saiyan.

Supremo

Son Gohan Supremo DBS

Son Gohan Supremo.

Questa forma viene assunta da Son Gohan, dopo che Kaiohshin il Sommo risveglia in lui i poteri assopiti. In questa forma Son Gohan ottiene un potere superiore persino al Super Saiyan 2. Il suo aspetto non cambia a parte un lieve aumento della muscolatura. L'aura in questa forma è trasparente. Un tratto distintivo di questa forma è un piccolo ciuffo che gli scende sulla fronte. Dopo la battaglia con Majin Bu, Son Gohan sembrerebbe perdere questa forma, per poi risvegliarla anni dopo attraverso un allenamento con Piccolo in vista del Torneo del Potere.

Film

Son Gohan compare in diversi film di Dragon Ball Z:

Dragon Ball Z: La Vendetta Divina

Son Gohan viene rapito dai servitori di Garlic Jr., poiché possiede la Sfera del Drago a 4 stelle (montata nel suo cappellino), che Garlic cerca assieme alle altre per evocare Shenron. Dopo aver raccolto la sfera dal cappello del bimbo, Garlic nota in lui una grande forza combattiva, e dunque decide di allenarlo. Intanto, trova le altre sfere, ed evoca il drago Shenron, chiedendo l'immortalità,cosa che gli viene concessa. Intanto, arriva Goku furioso, cercando di riprendersi il figlio, e poco dopo appare anche Dio (il che sorprende Garlic Jr., che pensava che i suoi scagnozzi avessero ucciso Piccolo). Dio racconta una breve storia su Garlic, padre di Garlic Jr., che aveva cercato senza successo di spodestare il Dio di allora ed era quindi stato sigillato. Goku inizia poi a cercare Gohan, quando viene attaccato dalla banda del demone, mentre Dio deve affrontare Garlic Jr. in persona.

Son Gohan in DBZ la vendetta divina

Gohan in Dragon Ball Z: La Vendetta Divina

Dopo un breve combattimento, Crilin e Piccolo arrivano in aiuto di Goku. Piccolo si vendica per essere stato attaccato in precedenza uccidendo Sansho, mentre Goku riesce a eliminare gli altri due scagnozzi Ginger e Nikki. Nel frattempo, Dio viene sempre brutalmente sorpassato da Garlic Jr., fino a quando Goku e Piccolo lo salvano. L'immortale Garlic Jr. allora si trasforma, e dimostra di essere ancora più potente. Ma quando Goku e Piccolo lavorano insieme, la superiorità numerica prevale e Garlic Jr. viene surclassato. Arrabbiato per la sua sconfitta, Garlic Jr. scatena il suo attacco finale, e apre un portale noto come "Zona Morta" per risucchiare i suoi nemici nel vuoto. Mentre le cose si fanno estremamente difficili per l'eroe della Terra, il figlio di Goku, Gohan, si infuria vedendo il padre in pericolo e rilascia la sua energia latente, spingendo Garlic Jr. nel vortice da lui stesso creato e intrappolandolo nella Zona Morta. Sorprendentemente, alla fine di tutto, Gohan non ricorda nulla di quanto accaduto, credendo invece che suo padre abbia sconfitto Garlic Jr., e con stupore Goku si accorge che suo figlio non è un bambino normale ma ha un grande potenziale nascosto. Piccolo, guardando dall'alto Goku e i suoi amici, giura che un giorno sconfiggerà il rivale.

Dragon Ball Z: Il più Forte del Mondo

Mentre Piccolo si sta allenando sul ghiacciaio eterno delle montagne Tsurumai-Tsuburi, nello stesso posto Son Gohan e Olong sono alla ricerca delle sette sfere del drago: il maialino vuole chiedere a Shenron un paio di mutandine femminili. Ma l'anziano dottor Kochin, che ha raccolto le sfere prima di loro, evoca il drago e chiede di risvegliare dal ghiaccio il dottor Willow, malvagio scienziato creduto morto 50 anni prima, il cui cervello è stato custodito in una cupola di vetro. Il ghiaccio comincia a staccarsi e ne emerge il laboratorio dello scienziato. Gohan e Olong stanno guardando increduli, quando vengono improvvisamente attaccati dai bio-uomini del dottor Kochin. Piccolo arriva per salvare Gohan, ma viene sconfitto da tre combattenti misteriosi, mentre Gohan e Olong fuggono.

Son Gohan e Oolong film

Gohan e Oolong in Dragon Ball Z: Il più Forte del Mondo

Il dottor Kochin e i suoi bio-uomini appaiono presto alla Kame House e chiedono che il Maestro Muten venga con loro. Lui rifiuta e sconfigge facilmente i bio-uomini, ma il dottor Kochin rapisce Bulma per costringere Muten a tornare con lui al laboratorio. Lì, il Maestro Muten è costretto a combattere i tre bio-guerrieri che hanno catturato Piccolo, ma viene ben presto sconfitto. Bulma scopre che l'obiettivo del dottor Willow è quello di ottenere il corpo dell'uomo più forte del mondo in modo da potercisi trasferire e conquistare il pianeta. Bulma li informa allora che il loro obiettivo dovrebbe essere ora Son Goku.

Olong informa Goku della situazione, e quest'ultimo va a cercare Bulma e il Maestro Muten. Arrivato al laboratorio del dottor Willow, viene accolto da Misokattsun, Kishime ed Ebifry, i tre bio-guerrieri del dottor Kochin. Goku sconfigge Misokattsun con il Kaiōken, ma viene poi sigillato nel ghiaccio da Ebifry. Gohan e Crilin arrivano a sostenerlo, ma vengono presto sconfitti da Kishime. Utilizzando il Kaiōken, Goku si libera dal ghiaccio e sconfigge i due rimanenti bio-guerrieri. Goku affronta il dottor Willow, chiedendogli di liberare i suoi amici, ma lo scienziato vuole conquistare il suo corpo. Per sconfiggerlo gli mette contro il suo ex rivale Piccolo, del quale sta controllando la mente. Gohan, non riuscendo a impedire a Piccolo di combattere con Goku, esplode di rabbia mandando in frantumi il dispositivo di controllo mentale del dottor Willow. Lo scienziato è stordito dalla potenza di Gohan, e decide di combattere Goku da solo. Comincia a quindi a staccare il proprio corpo robotico dalle mura del laboratorio, uccidendo nel processo il dottor Kochin, mentre Crilin riesce a liberare Bulma.

La vera battaglia comincia, e il dottor Willow sembra avere il sopravvento. Anche le Kamehameha combinate di Goku, Muten e Crilin non hanno alcun effetto su di lui. Presto, Goku e Piccolo sono gli unici rimasti in grado di combattere. Goku ricorre all'utilizzo di una Kamehameha alimentata dal Kaiōken, che spara il dottor Willow nello spazio. Goku inizia a formare una sfera Genkidama, ma il dottor Willow lo interrompe prima che possa lanciarla. Gohan e Piccolo volano quindi nello spazio a distrarlo in modo che Goku possa lanciare con successo la Genkidama, distruggendo il cervello dello scienziato e riportando nuovamente la pace sulla Terra.

Dragon Ball Z: La Grande Battaglia per il Destino del Mondo

Qui Gohan (quasi ragazzo) avrà un ruolo da personaggio primario

Son Gohan, Crilin, Bulma e Olong stanno trascorrendo una giornata tranquilla in campeggio, ma quella notte un grosso incendio scoppia nella vicina foresta. Usando la loro aura, Crilin e Gohan spengono il fuoco e usano le sfere del drago per ripristinare la foresta. A loro insaputa, l'incendio era stato appiccato dall'atterraggio di una sonda spaziale. La mattina successiva la capsula inizia ad esplorare l'area ed è ben presto rivelato che è stata inviata da un Saiyan, Turles, che ha scelto la Terra per piantare il Sacro Albero dello Spirito. L'albero assorbe l'energia del pianeta per riporla nei propri frutti, che danno un'incredibile potenza a chi li mangia.

I servitori di Turles atterrano e creano una fessura nel terreno per piantare il seme. Re Kaio riconosce il Sacro Albero dello Spirito e avverte i Guerrieri Z della devastazione imminente della Terra se non lo distruggeranno immediatamente. Tuttavia, i loro attacchi non scalfiscono nemmeno l'albero. I servitori di Turles appaiono e scoppia una battaglia, mentre il Saiyan osserva dalla sua nave spaziale. I Guerrieri Z attaccano con tutte le loro forze, ma ben presto appare evidente che non sono sufficienti.

Turles si accorge del giovane Saiyan Gohan e gli appare davanti, cercando di convincerlo ad unirsi a lui e aiutarlo a conquistare l'universo. Gohan si rifiuta, così Turles decide di ucciderlo, ma Piccolo interviene. Purtroppo egli non è al livello del Saiyan e viene subito sconfitto. Turles decide di divertirsi un po', e crea una luna artificiale costringendo Gohan a guardarla e trasformarsi. Son Gokuse ne accorge e arriva in aiuto, venendo però attaccato da Gohan in forma di Oozaru. L'Hire Dragon, un draghetto che il bambino aveva salvato dall'incendio, arriva e riesce a calmare Gohan, ma viene attaccato da Turles. Gohan va su tutte le furie e si ritorce subito contro Turles. Il Saiyan decide che ne ha avuto abbastanza e spara un massiccio attacco energetico a Gohan, ma Goku gli taglia la coda e lo fa tornare alla normalità appena in tempo perché l'attacco lo manchi.

Goku e Turles si affrontano sulle radici del Sacro Albero dello Spirito.

Infuriato per il trattamento riservato a Gohan, Goku sconfigge rapidamente i servitori di Turles e riesce a mettere il Saiyan alle corde. Tuttavia, Turles afferra un frutto del Sacro Albero dello Spirito e ne prende un morso. Con l'improvviso aumento di potenza, Turles capovolge rapidamente le sorti del duello, ma i Guerrieri Z vengono in aiuto di Goku. Mentre distraggono Turles, Goku comincia a formare una Genkidama, ma la Terra ha pochissima energia residua. La sfera è quindi troppo debole, e Turles riesce a bloccarla.

Improvvisamente, l'energia del Sacro Albero dello Spirito scorre in Goku, che riesce quindi a completare la Genkidama. Con gli altri Guerrieri Z sconfitti, Goku affronta Turles e i due scatenano il loro attacco finale. La Genkdama di Goku travolge l'attacco energetico di Turles e lo colpisce, facendolo volare attraverso il Sacro Albero dello Spirito, che viene distrutto. L'energia immagazzinata dall'albero viene restituita alla Terra. Con il ritorno della pace, Goku e i suoi amici possono godersi un'altra gita in campeggio.

Dragon Ball Z: La Sfida dei Guerrieri Invincibili

Piccolo sta meditando, quando Son Gohan arriva per mostrargli come Hire Dragon balla al suono del suo fischio. Piccolo urla subito a Gohan di fermarsi, poiché il suono danneggia le sue sensibili orecchie da Namecciano. Nel frattempo, uno strano pianeta si sta avvicinando rapidamente alla Terra. Son Goku e Crilin tentano di deviarlo con una Kamehameha, ma vengono spazzati via. Il pianeta esplode improvvisamente, rivelando di contenere un'astronave che sbarca sulla Terra. Un esercito agli ordini di Slug, un anziano namecciano con un cuore di pura malvagità, prende rapidamente il controllo di tutta l'area circostante.

Son Gohan DBZ la sfida dei guerrieri invincibili

Son Gohan in Dragon Ball Z:La Sfida dei Guerrieri Invincibili

Mentre Gohan inizia a combattere contro l'esercito, Slug osserva la battaglia dall'interno dell'astronave e nota la sfera del drago sul suo cappello, ricordando vagamente della loro esistenza nel suo pianeta natale. Dopo aver preso la sfera, Slug afferma di voler utilizzare la Terra come nuovo veicolo. Gohan viene facilmente sconfitto da Dorodabo e Angira, due scagnozzi di Slug. Quest'ultimo poi legge la mente di Bulma e apprende delle sfere del drago della Terra. Slug invia subito i suoi uomini a trovare le altre sei e, una volta evocato Shenron, gli chiede di farlo tornare giovane per sempre. Infine, i servitori di Slug coprono il pianeta con delle nuvole scure, facendone scendere drasticamente la temperatura.

Tempo dopo, Goku, Crilin e Gohan si sono ripresi. Gohan torna a sfidare Slug venendo nuovamente sconfitto, ma viene salvato da Piccolo, che uccide facilmente Dorodabo. Tuttavia, l'energia di Gohan viene assorbita da Medamatcha (un altro scagnozzo di Slug), mentre Piccolo rimane gravemente ferito da Angira mentre protegge Gohan. Goku arriva all'improvviso, uccidendo in pochi secondi Angira e Medamatcha con la sua forza travolgente. Crilin, non prestando attenzione all'avvertimento di Goku, decide di combattere contro Slug, ma non è alla sua altezza. Goku e Slug iniziano un duello, ma è presto evidente che la forza di Slug supera anche quella di Goku. Spalle al muro, Goku evoca tutta la sua forza e raggiunge lo stato di Giji Super Saiyan travolgendo rapidamente Slug, ma il namecciano ha un ultimo asso nella manica: la Kyodaika, una tecnica grazie alla quale diventa un gigante.

Slug inizia a stritolare Goku, ma in quel momento Piccolo si strappa le orecchie e grida a Gohan di iniziare a fischiare. Slug rimane stordito dal dolore, rilasciando Goku dalla sua presa. Piccolo trasferisce la sua energia rimanente a Goku, che vola sopra le nuvole scure e forma una Genkidama con l'energia dal sole. Slug vola a fermarlo, ma viene colpito dalla sfera, che lo manda a sbattere contro la vicina macchina che crea le nuvole scure. Mentre le nuvole scompaiono, i raggi del sole riportano la pace sulla Terra.

Dragon Ball Z: Il Destino dei Saiyan

Quando Freezer aveva distrutto il pianeta Vegeta non si era accorto che, in direzione del pianeta Terra, si stava dirigendo la navicella di Son Goku, che era stata invece avvistata dagli scagnozzi di Cooler, fratello maggiore di Freezer. Cooler, disturbato dalla "leggerezza" del fratello, aveva ordinato di lasciar andare la navicella in quanto essa era responsabilità di Freezer. Più di vent'anni dopo, Goku sconfigge su Namecc Freezer, così Cooler decide di andare sulla Terra per vendicare suo fratello e terminare l'opera di sterminio dei saiyan. Arrivati sulla Terra, Cooler ed i suoi uomini attaccano Goku ed i suoi amici. Goku viene ferito gravemente da un attacco di Cooler e ha urgente bisogno di cure mediche, così suo figlio Son Gohan raggiunge la Torre di Karin per farsi dare qualche senzu. Tuttavia, il ragazzino viene catturato dagli scagnozzi di Cooler, ma grazie all'aiuto di Piccolo riesce a sfuggire e a portare i senzu a suo padre.

Son Gohan Crilin Draghetto Oolong

Gohan assieme a: Crilin, Oolong e Draghetto.

Goku si riprende e, venuto conoscenza della sconfitta dei suoi amici, ha uno scontro diretto con Cooler, che una volta trasformato nella sua forma finale si dimostra molto più forte di suo fratello e dello stesso Goku. Ormai sul punto di arrendersi, Goku, colmo di rabbia e di senso di colpa per la sconfitta dei suoi amici, risveglia in lui i suoi veri poteri e si trasforma in Super Saiyan dimostrandosi nettamente più forte di Cooler, esattamente come successo su Namecc contro Freezer. Dopo un breve scambio di colpi, Cooler crea un'enorme sfera d'energia per distruggere il pianeta Terra. Goku raccoglie tutte le sue energie e riesce a rilanciare indietro l'attacco, spedendo Cooler contro il sole. In quel momento Cooler si ricorda della navicella che aveva lasciato andare, rendendosi conto che Freezer non era stato l'unico a comportarsi con leggerezza.

Dragon Ball Z: L'Invasione di Neo Nameck

Un giorno, uno strano pianeta metallico, Big Gete Star, si avvolge intorno a Neo Namek, il pianeta dove si sono trasferiti i Namecciani, assorbendone l'energia. Dende, ora dio della Terra, rileva la situazione del suo popolo e chiede aiuto a Son Goku. Goku si reca sul pianeta con Son Gohan, Crilin, Piccolo, Olong, Yajirobei e il Maestro Muten, incontrando un esercito di grandi robot silenziosi. Il gruppo viene a conoscenza che la mente dietro l'invasione è Cooler, fratello maggiore di Freezer, che Goku pensava di aver ucciso qualche anno prima e che ora prevede di utilizzare i Namecciani come combustibile biologico per il Big Gete Star, un chip che ha assorbito energia e materia elettrica diventando un immenso agglomerato meccanico. Goku combatte contro Cooler (ora diventato Metal Cooler) da solo, mentre gli altri Guerrieri Z combattono contro i Robot.

Dopo aver distrutto alcuni robot, i Guerrieri Z (tranne Piccolo) vengono tuttavia surclassati e catturati insieme a un villaggio di Namecciani. Piccolo viene lasciato indietro, e distrugge tutti i robot, quindi cerca di salvare coloro che sono stati catturati. Altrove, diviene evidente che Goku, nonostante la sua trasformazione in Super Saiyan, non può competere con Metal Cooler, che è in grado di rigenerarsi tramite il Big Gete Star. Poco prima che Goku venga ucciso da Cooler, Vegeta, arrivato in una navicella a parte, si presenta giusto in tempo per aiutarlo. I due Super Saiyan attaccano Cooler e ben presto riescono a distruggerlo. Tuttavia, il Big Gete Star crea un migliaio di Metal Cooler. Esausti e in inferiorità numerica, Goku e Vegeta vengono catturati e trasportati al centro del Big Gete Star per essere utilizzati come energia.

Mentre Cooler assorbe l'energia dei Saiyan, spiega di essere sopravvissuto alla battaglia con Goku fondendo i suoi resti (tra cui parte del suo cervello) col Big Gete Star e prendendone il controllo. Goku e Vegeta riprendono conoscenza e rilasciano tutta la loro energia di Super Saiyan, sovraccaricando il sistema. Poi si trovano faccia a faccia con il nucleo del Big Gete Star, il vero Cooler, e lo distruggono definitivamente. Piccolo e gli altri riescono a fuggire prima che il Big Gete Star lasci l'orbita di Neo Namek ed esploda, mentre Goku e Vegeta cadono dal cielo vicino agli altri Guerrieri Z. Mentre gli altri stanno ancora festeggiando, Vegeta se ne va subito sulla sua navicella, distruggendo il chip originario del Big Gete Star.

Dragon Ball Z: I Tre Super Saiyan

I guerrieri sono in un moderno centro commerciale insieme a Chichi. Tra una compera ed un'altra, decidono di fare uno spuntino per pranzo. Proprio lì, nel ristorante, arrivano due strani e loschi individui. Si tratta dei robot C-14 e C-15, creati dal computer del Dr. Gelo. Sono stati programmati con un unico obiettivo: uccidere Goku e chiunque altro intralci questa finalità. Subito, i due attaccano con violenza uccidendo un gran numero di innocenti e causando gravi danni alla città. Così, Goku, Trunks, Crilin e Gohan si spostano, seguiti dai cyborg, al polo nord dove non causeranno grandi danni e non uccideranno umani. I combattimenti sono lunghi ed estenuanti e raggiunge il posto un altro androide, C-13, un nuovo potentissimo cyborg. Vengono in aiuto anche Vegeta e Piccolo, cosicché Goku, Trunks e lo stesso Vegeta possano raggiungere la trasformazione in Super Saiyan. I Saiyan riescono a sconfiggere C-14 e C-15, ma C-13 assorbe i componenti metallici degli androidi e si trasforma in Super C-13, un cyborg dalla forza spropositata. Si capisce subito che è molto superiore ai guerrieri messi insieme, tanto che nessuno riesce a scalfirlo. Goku, allora, in un ultimo disperato tentativo di ucciderlo, tenta di fare una Genkidama ancora trasformato in Super Saiyan. Nello stato in cui è, però, non la può controllare pienamente perché la sua mente e il suo cuore non sono puri e allora ingloba tutta la sua energia in un pugno sconfiggendo, così, il nemico e ristabilendo la pace sulla Terra.

Dragon Ball Z: Il Super Saiyan della Leggenda

La trama si svolge nei 10 giorni prima del torneo di Cell. Re Kaio del Nord contatta Goku per informarlo della distruzione della galassia del sud, avvenuta per mano di un Super Saiyan, chiedendogli di trovarlo ed sconfiggerlo in quanto minaccia anche per il resto dell'universo. Nel frattempo gli altri guerrieri protagonisti, che stanno effettuando un picnic, assistono all'atterraggio di una enorme astronave da cui escono numerosi guerrieri guidati dal saiyan Paragas. Paragas chiede a Vegeta di assumere il titolo di re e di governare sul pianeta Neo Vegeta per proteggerlo dalla minaccia del Super Saiyan Leggendario, ottenendo il consenso del principe.

Seguito da Gohan, Trunks, Crilin, Muten ed Olong, Vegeta si reca sul pianeta. Qui incontra Broly, il figlio di Paragas, insieme al quale si reca sul pianeta Totokama alla ricerca del Super Saiyan Leggendario. Nel frattempo, Gohan, Trunks e Crilin esplorano il pianeta di Neo Vegeta, rendendosi conto che si tratta di un luogo inospitale, per di più basato sulla schiavitù degli abitanti del pianeta Shamo. Essi vengono inoltre a sapere che il vero obiettivo di Paragas è l'omicidio di Vegeta in quanto Re Vegeta, padre di Vegeta, aveva tentato di uccidere Paragas stesso insieme al figlio appena nato poiché spaventato dalla forza di quest'ultimo. Per uccidere Vegeta Paragas conta sulla cometa che di lì a poco distruggerà il pianeta di Neo Vegeta. Dopo aver eliminato il Principe dei Saiyan, egli conta inoltre di conquistare l'universo insieme al figlio, in quanto unici Saiyan rimasti.

Son Gohan DBZ il super saiyan della leggenda

Son Gohan in Dragon Ball Z: Il Super Saiyan della Leggenda.

Vegeta e Broly tornano dalla loro ricerca del Super Saiyan Leggendario, avvenuta senza successo. Anche Goku giunge su Neo Vegeta, venendo accolto da Paragas che lo invita a recarsi a palazzo. Qui, Goku incontra Broly, che si comporta in maniera ostile nei suoi confronti in quanto, quando erano entrambi neonati, Goku, col suo pianto, non gli permetteva di dormire. Si scopre che Broly viene controllato dal padre tramite un dispositivo che ne limita la forza e la furia distruttiva che, altrimenti, lo renderebbero estremamente pericoloso. Durante la notte, Broly attacca Goku venendo poi fermato dal padre tramite il dispositivo di controllo. Il giorno successivo, Goku rivela a Vegeta la verità sul piano di Paragas e Broly, sempre più furioso, si libera del dispositivo di controllo trasformandosi nel Super Saiyan Leggendario.

I guerrieri sono messi in seria difficoltà da Broly e l'arrivo di Piccolo non riesce a migliorare la situazione. Dopo un breve combattimento in cui sconfigge tutti i suoi avversari, Broly uccide suo padre. Subito dopo, però, Goku ritorna ad affrontarlo sconfiggendolo con un solo pugno grazie all'energia congiunta dei suoi compagni. Successivamente teletrasporta tutti sulla navicella di Piccolo (con cui, nel frattempo, Muten, Olong e Crilin erano fuggiti), appena in tempo per evitare di essere colpiti dalla cometa.

Dragon Ball Z: La Minaccia del Demone Malvagio

Excess Money, miliardario dalle ricchezze immense, decide di organizzare un torneo di arti marziali dalla portata gigantesca, con moltissimi partecipanti provenienti da tutto il mondo, e, per compiacere suo figlio di 10 anni, fa partecipare anche quattro umani travestiti da alieni che, agli occhi del piccolo Money, sembrano dei veri extraterrestri. Il torneo prevede delle qualificazioni ad eliminazione diretta. I quattro lottatori che avrebbero vinto questi gironi sarebbero andati in quattro posti diversi ad affrontare i quattro falsi alieni grazie a dei particolari veicoli. Il primo combattente che avrebbe fatto ritorno avrebbe vinto il torneo. Attirati dai premi, partecipano anche Crilin, Tenshinhan, Yamcha, Piccolo, Trunks del futuro e Gohan. Ma i falsi alieni sono stati eliminati e sostituiti da quattro veri extraterrestri — Bujin, Zangya, Bido e Gokua — i quali sconfiggono facilmente Crilin, Tenshinhan, Yamcha e Trunks. Il capo di questi alieni, Borjack, è un potente essere che, diversi secoli fa, era stato imprigionato da Re Kaio del Nord, ma è riuscito a liberarsi quando Goku ha distrutto il pianeta di Re Kaio portandovi un Cell in fase di autodistruzione. I quattro alieni, con il loro capo, combattono contro Vegeta, Piccolo e Gohan, ma sono troppo forti e Vegeta e Piccolo vengono messi al tappeto mentre Gohan diventa molto debole. Nella lotta, interviene persino Goku, teletrasportandosi, per un secondo, sulla Terra dall'aldilà. Gohan, allora, si dà coraggio e si trasforma nel secondo livello di Super Saiyan. In questo stadio di potenza, elimina subito i quattro alieni e, alla fine, uccide Borjack con una Kamehameha ristabilendo la pace.

Dragon Ball Z: Sfida alla Leggenda

Videl, Goten e Trunks stanno cercando le sfere del drago con il radar. Per trovare l'ultima sfera, raggiungono un povero e primitivo villaggio, caratterizzato dalla presenza di moltissimi cristalli. Videl, infatti, si chiede perché mai il villaggio non sia ricco nonostante l'abbondanza di tanti cristalli. La risposta non tarda ad arrivare: uno sciamano con al collo la sfera del drago (anche se ignora cosa sia in realtà) le svela che il villaggio è spesso attaccato da un mostro. Allora, i tre amici decidono di uccidere il mostro in cambio dell'ultima sfera del drago. Il mostro è un grosso dinosauro molto debole. Goten e Trunks ci giocano un po' e, alla fine, lo uccidono. L'indomani, Broly, che è atterrato vicino al villaggio qualche giorno prima, arriva sopra al lago. Videl lo scorge e cerca di sconfiggerlo, ma il Super Saiyan è decisamente più forte di lei. Allora, anche Goten e Trunks lo combattono. Mentre Trunks è impegnato nel confronto fisico con il bestione, Goten cerca di evocare il drago Shenron per esprimere il desiderio che Broly muoia, ma, visto che non conosce la formula, il drago non appare. Successivamente sopraggiunge Gohan, che spiega ai due che quello è Broly. Il combattimento fra Gohan e Broly si fa estenuante ed i due rischiano la vita più volte. Interviene anche Crilin che, sotto le spoglie di Piccolo, salva la vita al figlio di Goku. Ma, in seguito, Broly si trasforma nel Super Saiyan Leggendario e diviene molto più potente di Gohan anche se quest' ultimo è trasformato in Super Saiyan. Dopo un breve scontro fisico, Broly decide di eseguire il suo colpo più forte: l'Esplosione Omega. La sfera verde è di una potenza gigantesca e, per contrastarla, Gohan e Goten fanno un'onda energetica congiunta. In questo scontro energetico interviene anche Trunks che, con una piccola sfera di energia, riesce a neutralizzare una piccola Esplosione Omega. Interviene persino Goku, il quale unisce una grande onda energetica a quella di Goten e di Gohan. Finalmente, la gigantesca onda di energia riesce a sconfiggere le diverse Esplosioni Omega del mostro e Broly viene ucciso. Goku scompare e sia Goten che Gohan si chiedono se fosse veramente del padre o se si trattasse di un sogno, il film si conclude con Gohan inseguito da Videl desiderosa di sapere la verità su chi abbia sconfitto il terribile mostro.

Dragon Ball Z: Il Diabolico Guerriero degli Inferi

All'inferno è successa una catastrofe: a causa di Gaisu, un orco adolescente che ha il compito di sostituire i recipienti per la malvagità delle anime destinate all'inferno tutto il male sprigionato dagli spiriti dei morti è fuoriuscito ed i defunti sono tornati in vita. Tra i vari morti resuscitati si può notare Adolf Hitler con al seguito un esercito di Panzer (questa è l'unica volta che nell'universo di Dragon Ball appare un personaggio realmente esistito).

Gohan, Goten e Trunks e Videl (e all'insaputa di tutti anche Mr. Satan) cercano di riportare l'ordine sulla Terra sconfiggendo i risorti ostili, scontrandosi addirittura con Freezer, che viene però subito sconfitto da Gohan. Nel frattempo, Goku e Paikuhan devono interrompere il loro combattimento nel torneo delle quattro galassie e andare al palazzo di Re Yammer per capire cosa è successo. Arrivati nell'al di là, trovano il palazzo di Re Yammer circondato da una barriera generata da un demone giallo e grasso che si chiama Janemba, che altri non è che Gaisu, il quale ha assorbito tutta la cattiveria delle anime dei dannati. Mentre Goku distrae Janemba, Paikuhan cerca di infrangere la barriera - scoprendo che è sensibile agli insulti. Messo alle strette da Janemba, Goku non ha altra scelta se non diventare Super Saiyan 3, avendo finalmente ragione sul suo avversario. In quel momento, però, Janemba compie una metamorfosi e diviene un essere ancora più potente, spietato e feroce, sconfiggendo facilmente Goku. Proprio mentre sta per essere annientato, Goku viene salvato da Vegeta, ma nemmeno lui può nulla contro il demone. Vedendosi inferiori davanti al loro nemico, Goku propone a Vegeta di utilizzare la fusione tramite la Danza Metamor. In un primo momento l'orgoglioso principe dei saiyan rifiuta con ostinazione, ma alla fine accetta; tuttavia sbaglia la posizione degli indici, e così il risultato è un guerriero grasso, debole e ridicolo, con l'unica fortuna che Janemba non può prevedere le sue mosse grazie alla sua goffaggine. Passati trenta minuti la fusione si scioglie, e Goku e Vegeta decidono di riprovare in modo corretto la danza Metamor. I due vengono però continuamente interrotti da Janemba, ma l'intervento di Paikuhan permette ai due saiyan di fondersi nel guerriero più potente mai visto: Gogeta Super Saiyan. Il nuovo avversario di Janemba è molto superiore a lui, tant'è che non riesce a fargli nemmeno un graffio, e viene quasi immediatamente sconfitto, facendolo ritornare Gaisu che, alla vista di Gogeta, corre via impaurito. Gogeta, capendo di aver risolto il problema, si scinde in Goku e Vegeta, mentre sulla Terra i morti ritornano nell'Oltretomba e la pace torna a regnare su entrambi i mondi.

Dragon Ball Z: L'Eroe del Pianeta Conuts

Il mostro Hildegarn sta distruggendo il pianeta Conuts, ma l'eroe Tapion e suo fratello Minosha riescono a sconfiggerlo ed ognuno dei due racchiude dentro di sé metà del corpo di Hildegarn diventando, così, degli eroi. Successivamente, decidono di essere intrappolati in due carillon differenti per evitare che le due parti di Hildegarn possano riunirsi e vengono spediti in due galassie differenti. Un sacerdote malvagio, però, riesce ad uccidere il fratello di Tapion e, recatosi sulla Terra, convince Gohan che il male sta per manifestarsi e riesce, tramite il drago Shenron, ad aprire uno strano carillon dove era rinchiuso Tapion. Quindi, le due parti di Hildegarn si ricongiungono e, dopo vari combattimenti, in cui, tra l'altro, Tapion cerca di farsi uccidere da Trunks per eliminare Hildegarn dopo averlo bloccato nel suo corpo, Goku si trasformerà in Super Saiyan 3 e metterà fine agli scontri. Bulma riesce, tramite una macchina del tempo, a far ritornare nella sua galassia di origine Tapion che, prima di partire, dona la sua spada al piccolo Trunks, la stessa con la quale fa la sua prima apparizione il Trunks del futuro all'inizio dell'arco degli Androidi.

Dragon Ball Z: La Battaglia degli Dei

Son Gohan DBZ La battaglia degli Dei

Gohan in Dragon Ball Z: La Battaglia degli Dei.

Son Gohan partecipa alla festa di compleanno di Bulma, dove assiste all'arrivo del Dio della Distruzione Beerus, arrivato sulla Terra per cercare il Super Saiyan God. Durante questi eventi viene a conoscenza che Videl è incinta. Successivamente Son Gohan insieme a Videl, Son Goten, Trunks e Vegeta partecipano al rituale per far diventare Son Goku il Super Saiyan God.

Dragon Ball Z: La Resurrezione di ‘F’

Le armate di Freezer sono ora guidate da un alieno di nome Sorbet, il quale si trova in serie difficoltà nel tentativo di tenere insieme l'impero del suo defunto padrone; pertanto ha intenzione di far tornare in vita il terribile e infido tiranno galattico grazie al potere delle Sfere del Drago. Assieme a Tagoma, la sua guardia del corpo, Sorbet si reca sulla Terra e, costringendo Pilaf, Mai e Shu a trovare le Sfere, evoca il drago Shenron per chiedergli di riportare in vita Freezer. Shenron acconsente alla richiesta, ma riporta il tiranno galattico a pezzi - in quanto l'ultima volta Trunks del futuro, prima di polverizzarlo, lo ha distrutto con la sua spada - ma Sorbet riesce a riportarlo com'era grazie a un dispositivo rigenerativo. Tornato in vita, Freezer decide per la prima volta di allenarsi, affermando che nella sua vita non ne aveva mai avuto la necessità. Quattro mesi dopo, Son Gohan, Piccolo, Crilin, Tenshinhan e il Maestro Muten, avvertiti da Jaco, sono costretti ad affrontare lui e il suo esercito di 1000 uomini per salvare il pianeta dalla distruzione: alla battaglia non partecipano né Yamcha e Jiaozi, consigliati da Tenshinhan nel rimanere a casa, né Goten e Trunks, rimasti a casa con una scusa di Gohan in modo tale da tenerli lontani dalla battaglia.

Nel frattempo Son Goku e Vegeta si stanno allenando sul pianeta di Whis e del Dio della Distruzione Bills. Durante l'allenamento, dopo essere stati messi al tappeto dal maestro del dio, vengono ammoniti; Vegeta viene criticato in quanto è troppo nervoso durante la battaglia, mentre al contempo Goku vede rimproverato il suo atteggiamento di affrontare ogni sfida con eccessiva leggerezza. I quattro ricevono un messaggio da parte di Bulma e si recano sulla Terra per contrastare Freezer, che nel frattempo ha polverizzato il suo esercito, ritenendoli incapaci nel fronteggiare i guerrieri Z. La lotta comincia con Goku che non si trasforma e resta alla forma base, riuscendo a tenere testa all'imperatore.

In seguito, Freezer rivela di essersi allenato duramente per quattro mesi, raggiungendo una nuova forma molto più potente: Golden Freezer. Quindi Goku risponde trasformandosi nella versione Super Saiyan del Super Saiyan God (ribattezzata un seguito Super Saiyan Blue, per via della colorazione assunta dai capelli e dall'aura)

Freezer è in vantaggio per quasi tutta la durata dello scontro fino a quando Goku e Vegeta trovano il punto debole del nemico: Freezer infatti, ansioso di ottenere la sua vendetta, si è precipitato sulla Terra subito dopo avere raggiunto la sua nuova trasformazione senza allenare il suo corpo a sopportare il consumo di energia e la potenza spropositata che questa forma gli conferisce. Freezer quindi va via via perdendo la potenza della nuova trasformazione fino a quando non riesce più a tenere testa a Goku che infine ottiene vantaggio sul potente nemico. Quando Goku è ad un passo dalla vittoria decide ancora una volta (come su Namecc) di risparmiare la vita a Freezer offrendogli di lasciarlo andare per poi combattere nuovamente in futuro, ma Freezer, che conoscendo il Saiyan aveva previsto tutto, aveva preparato un piano d'emergenza per assicurarsi la vittoria in caso le cose si fossero messe male per lui: infatti, approfittando della distrazione di Goku, Sorbet attacca il Saiyan con il raggio laser del suo anello colpendolo al cuore e ferendolo quasi mortalmente, facendogli perdere la sua forma da Super Saiyan God Super Saiyan.

Freezer ne approfitta quindi per continuare ad infierire sul nemico ormai sconfitto ma prima di infliggergli il colpo di grazia decide di lasciare a Vegeta il compito di uccidere Goku con il compromesso di risparmiare solo lui e di nominarlo comandante supremo del nuovo impero personale di Freezer. Vegeta, tuttavia, rifiuta di tornare al servizio di Freezer e decide di salvare Goku, permettendo a Crilin di fargli mangiare un senzu deviando l'attacco di Freezer a lui destinato e mandandolo contro Sorbet che ne viene ucciso. Vegeta si trasforma quindi in Super Saiyan God Super Saiyan, dicendo a Freezer che lui, a differenza di Goku, non ha compassione per il nemico. Freezer ormai indebolito e con poche energie dopo lo scontro con Goku non riesce nemmeno a tenere testa a Vegeta che lo sconfigge facilmente facendogli perdere la sua trasformazione dorata.

Mentre Vegeta è in procinto di sferrare l'attacco finale verso Freezer, quest'ultimo sferra un potente attacco verso il cuore del pianeta facendolo esplodere. Riescono a salvarsi solamente coloro che erano presenti sul campo di battaglia, ad eccezione di Vegeta, in quanto protetti da uno scudo creato da Whis e Bills; anche Freezer si salva in quanto capace di sopravvivere nello spazio aperto. Per ripristinare la Terra Whis decide tuttavia di riportare indietro il tempo di tre minuti, dicendo a Goku che dovrà affrettarsi a sconfiggere definitivamente Freezer prima che egli sferri nuovamente l'attacco verso il pianeta. Quindi, tornato indietro nel tempo, Goku interviene nel mezzo dello scontro fra Freezer e Vegeta e sconfigge il nemico definitivamente con una potente Kamehameha.

In una scena dopo i titoli di coda Freezer è mostrato nuovamente prigioniero all'Inferno all'interno di un bozzolo bianco e, riaccolto dagli esseri sovrannaturali che avevano il compito di "tormentarlo" (angeli, fatine e esseri dall'aspetto dolce e giocoso, per lui insopportabili), urla per la frustrazione.

Curiosità

Son Gohan torneo del potere manga

La tuta di Son Gohan durante il torneo del potere nel manga.

  • Il nome Gohan significa "pasto", il che identifica anche la sua indole di mangione come quella del padre, anche se quest'ultimo rimane irraggiungibile in questo campo.
  • È il primo Saiyan a raggiungere lo stadio del Super Saiyan 2.
  • Escludendo fusioni, assorbimenti ed entità maggiori tra cui Whis e Beerus, è l'essere più potente della saga canonica, superando il livello del Super Saiyan 3 di Goku nella sua forma Suprema.
  • Curiosamente, nella saga GT, non avrà più la sua forma Suprema bensì si trasformerà normalmente in Super Saiyan.
  • È il primo ibrido Umano/Saiyan, nato dall'unione tra Goku e Chichi; seguiranno poi Trunks, Goten, Pan, Bra, Goku Jr. e Vegeta Jr.
  • Nel manga, Son Gohan partecipa al Torneo del Potere con l'uniforme uguale a quella di Piccolo, similmente al Cell Game.

Galleria

Riferimenti