FANDOM


Fusionerrata
Voce incompleta
Questa voce non è completa o non è stata ancora scritta, aiutaci a farlo!


Videl (ビーデル, Bīderu) è un personaggio femminile nel manga di Dragon Ball e negli anime Dragon Ball Z e Dragon Ball GT. Lei è un'umana e unica figlia del campione Mr. Satan, diventa la moglie di Son Gohan e la madre di Pan, nonché nuora di Chichi e Son Goku e cognata di Valese e Son Goten.

Storia

Dragon Ball Z

Articolo principale: Saga di Majin Bu

Spopovich Videl

Videl malmenata da Spopovich.

È una compagna di classe di liceo di Son Gohan, la prima a scoprire la vera identità del ragazzo (celata sotto quella di Great Saiyaman. Costringe Gohan ad allenarla in vista del torneo, nel quale verrà malmenata da Spopovich, per poi venire salvata da Gohan. All'arrivo di Majin Bu si rifugia nel Tempio di Dio, quando scopre che Gohan è morto gli confesserà il suo amore.

In seguito viene mangiata da Majin Bu ma resuscitata al palazzo.

Dragon Ball Super

Rituale Super Saiyan God

Videl aiuta Son Goku a diventare Super Saiyan God.

Contribuisce alla nascita del Super Saiyan God, rivelando di avere in grembo il figlio di Gohan e aiutando così Son Goku ad attuare il rituale per la trasformazione che lo fà combattere contro Beerus. Più tardi porta alla nascita Pan, una bambina che sin da piccola dimostra di avere sangue Saiyan.

Videl viene vista altre volte durante la serie senza avere però un ruolo importante.

Dragon Ball GT

Anche in Dragon Ball GT è un personaggio secondario. All'arrivo di Baby cercha di uccidere sua figlia Pan, insieme a Gohan, visto che sono sotto il controllo del nemico. Dopo verrà purificata con l'acqua sacra.

Curiosità

  • Così come gli altri componenti della propria famiglia, il suo nome deriva da divinità e demoni. Infatti, il suo nome anagrammato è devil, ovvero diavolo in inglese.
  • Nonostante non sia una Saiyan, è stata vista diventare simile ad un Super Saiyan durante il rito per far trasformare Goku in Super Saiyan God. Questa cosa è dovuta all'essere incinta di Pan.

Galleria

Riferimenti