FANDOM


Zeno (全王, Zen’ō) è il re di tutti i dodici Universi.

Descrizione

Aspetto

Zeno ha l'aspetto di umanoide di bassa statura. Ha un volto striato di color viola e blu e uno sguardo prevalentemente fisso. La sua testa, a forma di limone, ha ai lati due orecchie grigie dalla forma schiacciata. Indossa una vestaglia rosa che presenta due kanji (全) che in giapponese significano "tutto".

Carattere

Zeno si dimosra infantile e innocente in molte occasioni. Può essere influenzato facilmente da una buona lotta, visto dal suo interesse ad organizzare un torneo dopo aver assistito alla lotta fra Son Goku e Hit. Prende in simpatia Goku, lasciando che il Saiyan parlasse direttamente con lui e gli scuotesse la mano fino al punto di sollevare la piccola divinità da terra. Il suo interesse verso Goku lo ha portato a chiedere al Saiyan di diventare suo amico e di farsi dare il soprannome "Zen-chan". Preferisce parlare chiaramente con Goku e non apprezza (fino a minacciare) coloro che cercano di parlare al suo posto.

È possibile che Zeno soffra di solitudine, poiché quasi nessuno sa della sua esistenza e chi ne è a conoscenza lo teme per il suo potere. Quando Goku gli ha fatto visita, gli ha detto che aveva sempre desiderato un amico.

Il comportamento infantile di Zeno sfocia in cose spiacevoli e irresponsabili, come l'aver distrutto sei dei diciotto Universi dopo un attacco di rabbia e l'aver distrutto parecchi pianeti mentre giocava con la sua controparte del Futuro. Nella versione manga della Saga della Sopravvivenza degli Universi però, viene fatto intendere dal Gran Sacerdote che la vera ragione per la quale ha distrutto i suddetti sei Universi era semplicemente quella di sbarazzarsi di qualche Universo per ridurre il loro numero. A quanto pare ha voluto ridurre ulteriormente questo numero, poiché il Torneo del Potere è l'occasione perfetta per farlo; questo dimostra una certa indifferenza verso i suoi doveri. Inoltre, questa indifferenza sembra estendersi agli stessi dei e anche a quelli che viene a vedere come amici, come Goku (anche se sembrava afflitto quando Goku è stato ritenuto morto contro Jiren e ugualmente felice quando è tornato).

Nonostante la sua mancanza di diligenza, a volte compie i propri doveri, giungendo al Torneo tra gli Universi 6 e 7 per interromperlo, poiché era illecito, salvo poi ripensarci vedendo quanto fosse divertente. Egli mostra anche un certo sadismo, infatti dopo aver cancellato l'Universo 9, ride e scherza infantilmente. È anche possibile che il concetto di morte per Zeno sia del tutto estraneo, dato che vista la sua vita longeva e la sua onnipotenza non l'ha mai affrontata di persona. Questo spiega la sua spensieratezza durante la cancellazione degli Universi e di tante vite da parte sua.

Allo stesso tempo, Zeno si è anche dimostrato flessibile, tollerante e persino disposto a ripensare alle sue idee in alcune occasioni. Ad esempio, egli accettò la proposta di Bergamo di annullare la distruzione universale se lui avrebbe vinto contro Goku, nonostante la sua precedente decisione. Non sembra avere un problema con il contatto fisico, anche con gli sconosciuti, come si vede quando è sconvolto dalla vivace stretta di mano di Goku.

La sua voglia di contatto fisico con Goku è probabilmente il risultato di volere una compagnia con cui giocare. E' impressionato da Goku per l'amicizia del Saiyan e apprezza il suo approccio non convenzionale alla vita. Tuttavia, Goku non è l'unico apprezzato da Zeno, infatti durante la prima battaglia nel Torneo di Esibizione degli Zeno, sembra anche apprezzare la natura di Majin Bu dal momento che è vivace, infantile e giocoso, proprio come Zeno. A causa di questa sua natura infantile e capricciosa, il Grande Sacerdote è di solito quello che affronta le questioni più responsabili, insieme a colui che controlla una grande parte dell'autorità di Zeno.

Abilità

Zeno è, insieme allo Zeno del Futuro, uno dei due personaggi più potenti dell'intero franchise Dragon Ball. Anche se le vere capacità di Zeno sono sconosciute, Zeno possiede un potere enigmatico e inimmaginabile ben al di là della comprensione. Champa ha dichiarato che Zeno è "un Dio tra gli Dei". Il suo potere è talmente grande che la sua sola presenza terrorizza tutte le altre divinità, le quali si inchinano immediatamente davanti a lui per paura e rispetto. Whis afferma che nessuno in questo mondo è più grande di Zeno, poiché il Re di tutto ha il potere di cancellare istantaneamente tutto in un batter d'occhio senza sforzo, tra cui individui, pianeti, galassie e anche Universi.

Se lo volesse, potrebbe cancellare tutta l'esistenza, come ha fatto lo Zeno del Futuro durante la Saga di Trunks del Futuro. Il suo potere è tale da poter anche cancellare senza sforzo persone che avevano ottenuto l'immortalità attraverso le Super Sfere del Drago, come dimostrato dalla cancellazione di Zamasu Infinito. Zeno è la persona più importante nell'esistenza e detiene la piena autorità su tutto, anche se il Grande Sacerdote detiene e gestisce gran parte delle autorità e delle responsabilità, a causa del comportamento infantile di Zeno.

Secondo Whis, c'erano originariamente 18 Universi prima che Zeno ne distruggesse 6 quando s'infuriò. Anche quando Black Goku e Zamasu del Futuro uccisero tutti gli altri Dei della linea temporale di Trunks del Futuro, Kaiohshin, senza esitazioni, assicurò che Zeno fosse ancora vivo, notando che non importa cosa succede, lui non può essere ucciso. Inoltre nel manga, Zamasu Infinito si è mostrato terrorizzato da Zeno come tutte le altre divinità. Sembra, però, che Zeno non possieda gli stessi riflessi degli Angeli, infatti è stato incapace di seguire i movimenti degli Dei della Distruzione nel manga durante la loro lotta né è stato in grado di osservare quelli a grande velocità di Dyspo, al punto che il Grande Sacerdote lo ha dotato della funzione slow motion nel suo GodPad , mentre Vados ne è stata in grado.

Tuttavia, ha comunque dei riflessi molto alti, poiché si è subito accorto dell'intento di Frost di uccidere Freezer dagli spalti e ha provveduto a cancellarlo prima che Frost potesse preparare l'attacco.

Secondo il manga, Zeno ha iniziato a regnare sul multiverso 8.590.412, 61 anni divini dal giorno del Torneo del Potere, dunque la sua longevità supera quella di tutte le altre divinità.[1]

Tecniche

  • Volo: La capacità di volare con l'uso del ki.
  • Cancellazione: L'abilità di cancellare dall'esistenza ogni singola fonte di vita, come Universi o individui.
  • Materializzazione Magica: Per essere facilmente rintracciabile da Goku, Zeno crea un bottone per chiamarlo e glielo regala.

Storia

Dragon Ball Super

Saga dell'Universo 6

Zeno fa irruzione durante la finale del torneo tra l'Universo 6 e l'Universo 7, dove rimprovera le due divinità Beerus e Champa per non averlo informato. Incuriosito dall'evento decide di organizzare un torneo di arti marziali tra i migliori guerrieri di tutti i dodici gli universi.

Saga di Trunks del Futuro

Tempo dopo Zeno convoca Goku al suo palazzo e gli chiede di diventare suo amico e di giocare con lui. Sorpreso, Goku gli dice che momentaneamente non può e gli promette di ritornare a trovarlo non appena possibile. Inoltre gli promette di portare un amico con se con cui Zeno possa giocare. Entusiasta, Zeno dona a Goku un pulsante speciale con la quale Goku può chiamarlo in qualsiasi momento cosicché Zeno lo possa raggiungere in qualsiasi luogo.

Zeno presente e futuro

Zeno e Zeno del Futuro.

Dopo la sconfitta di Zamasu (fusione) nella linea temporale di Trunks del Futuro, Son Goku porta a Zeno il suo nuovo compagno di giochi, Zeno del Futuro.

Saga della Sopravvivenza dell'Universo

Su richiesta di Son Goku, Zeno decide di organizzare un Torneo nel quale tutti gli Universi possano mettersi in mostra. Le Divinità dei 12 Universi vengono chiamate a seguire il Torneo dimostrativo per Zeno del Futuro. Questo torneo è un'anteprima nella quale si scontrano tre combattenti dell'Universo 7 (Son Goku, Son Gohan e Majin Bu) contro tre dell'Universo 9 (Basil, Lavenda e Bergamo). In questo ritrovo, il Grande Sacerdote spiega come i due Universi siano quelli con il livello combattivo medio più basso. In tal senso, informa che i primi quattro Universi (Universo 1, 5, 8, 12) sono esenti dalla partecipazione all'imminente Torneo del Potere. Ognuno dei rimanenti otto Universi deve reclutare dieci combattenti che si ritroveranno a combattere in una Battle Royal nel Mondo del Nulla in un torneo che ha una durata di 48 minuti terrestri.

Questo Torneo serve a Zeno per determinare quale Universo sopravviverà e quali invece verranno completamente eliminati assieme alle Divinità (eccezion fatta per gli Angeli). Questo è uno dei motivi della tensione che si crea nei confronti di Son Goku e delle motivazioni che hanno i combattenti a partecipare.

GodPad

Zeno utilizza il GodPad.

Zeno e Zeno del Futuro assistono euforici al Torneo e utilizzano un GodPad (una sorta di tablet) per visualizzare la situazione dei partecipanti ed eliminarne le caselle raffiguranti i combattenti usciti dal ring.

Dopo che Son Goku, Vegeta e Freezer sconfiggono l'Universo 9 Zeno e Zeno del Futuro cancellano l'Universo 9 ad eccezione di Mojito. In seguito all'eliminazione di Obuni da parte di Gohan, anche l'Universi 10 finisce per essere cancellato per mano dei due Zeno.

A 29 minuti dalla fine del Torneo, Zeno, cancella dall'esistenza il combattente del Sesto Universo, Frost, che dopo essere stato ingannato ed eliminato a tradimento da Freezer, si appresta ad attaccare quest'ultimo dagli spalti. Prima che possa fare qualsiasi mossa però, Zeno interviene prontamente, cancellando Frost e rimproverando il Sesto Universo, ricordando che gli attacchi dall'esterno sono vietati e che se ciò si fosse ripetuto, tutto l'Universo 6 sarebbe stato cancellato.

In seguito all'eliminazione dei loro ultimi combattenti, gli Universi 2, 6, 4 e 3 vengono cancellati per mano dei due Zeno.

Con la sconfitta di Jiren per mano di Goku, Freezer e C-17, cancella l'Universo 11, per poi annunciare solennemente l'apparizione del Dio Drago insieme al Gran Sacerdote. Saluta commosso Goku e i suoi amici, con la promessa di un suo futuro ritorno

Curiosità

  • La traduzione letterale del suo nome significa "Re di tutto".
  • Per ora Zeno è l'unico personaggio di cui la controparte del futuro ha subito un solo cambiamento rispetto a quella del presente, ovvero che la controparte è mancino al posto che destro.
  • Nel calendario gregoriano, il 12 aprile si festeggia S. Zeno, che può essere una coicidenza dato che è un re di tutto.

Riferimenti

  1. Manga Dragon Ball Super, cap. 28: il Gran Sacerdote afferma che Zeno regna sul Multiverso da 3.135.500.603 giorni; diviso per i giorni dell'anno terrestre (365) si ottiene tale cifra.